NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Esperti di ambienti multimediali per i Beni Culturali

La Facoltà di Lettere e Filosofia dell'università "Federico II" di Napoli ha pubblicato il bando di ammissione per il Master di I livello in Ambienti multimediali per i Beni Culturali, che propone un percorso formativo incentrato sulla conoscenza ed esperienza dei beni culturali e sulle competenze informatiche relative alle applicazioni multimediali specifiche nel settore.

L'obiettivo è formare nuove professionalità interdisciplinari molto richieste attualmente nel panorama nazionale ed internazionale, che si configurano come esperti in metodologie e tecnologie multimediali con una preparazione approfondita specificatamente per il patrimonio culturale.

Il Master si rivolge a laureati di formazione umanistica, scientifica e tecnologica con interesse a maturare competenze nell'ambito delle nuove tecnologie di catalogazione, gestione, analisi e comunicazione dei Beni Culturali.

Biblioteche, Soprintendenze, Enti pubblici, aziende private operanti nelle applicazione di nuove tecnologie al settore culturale manifestano sempre più la tendenza alla catalogazione digitale, divulgazione della cultura attraverso strumenti multimediali.

La durata del corso è annuale (1500 ore, per un totale di 60 crediti formativi universitari).

Per ulteriori informazioni consultare il sito: www.archeo.unina.it/master

 

(Fonte: Comunicato stampa)

{linkr:bookmarks;size:small;text:nn;separator:+;badges:19,20,22,23,24,28}

{linkr:related;keywords:master;limit:5;title:Related+Articles}

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo