NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Dalla gestione e marketing del patrimonio culturale alle nuove tecnologie applicate all'arte

Luiss Master Of ArtNuove Tecnologie applicate all'arte. Una frase ultimamente forse troppo ricorrente e sinonimo di una volontà di un rinnovamento che non è ben chiaro quale aspetto prediliga, quasi come a pensare che all’interno di musei, archivi e soprintendenze la tecnologia non esista.
Una visione ormai consumata anche perchè il “rinnovamento delle tecnologie” segue un'evoluzione delle stesse che è naturalmentee legata al progresso e all'andamento dei nostri centri di ricerca.
Ma la Luiss interviene proponendo un Master of Art nel quale dalla gestione del patrimonio culturale si passa al marketing degli stessi per finire alle nuove tecnologie applicate all'arte. La prima edizione del master è già avviata e le selezioni sono incorso. Si accede con un diploma di laurea in qualsiasi disciplina, conseguito con una votazione non inferiore a 100/110, e una buona conoscenza dell'inglese e dell’italiano (almeno per gli stranieri). Al master sono ammessi 40 allievi al’anno per un piano di studi con 22 insegnamenti (dalla gestione del patrimonio culturale al marketing alle nuove tecnologie applicate all'arte), per complessive 540 ore di lezione. 
Sono previste esercitazioni pratiche con tutor per realizzare l’allestimento di una mostra personale, che sara’ poi oggetto di esposizione in uno dei principali musei romani. Il costo di iscrizione al master è di 12mila euro (più Iva), da versare in tre rate ed e’ previsto il supporto del ministero e di alcuni sponsor privati per alcune borse di studio.
Certo l’impronta di una business school rimane e forse ancora troppi insegnamenti di tipo giuridico o commerciale lasciano poco spazio alle vere tecnologie per il patrimonio culturale.

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo