NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Cappella Scrovegni, problemi aperti sulla sua conservazione

scrovegniIl Kunsthistorisches Institut in Florenz - Max Planck Institut organizza per lunedì 11 febbraio 2012 una tavola rotonda sul tema "Cappella e Cripta Scrovegni. Problemi aperti" durante la quale ingegneri ed esperti nel campo della tutela del patrimonio artistico dialogheranno tra loro. La Cappella degli Scrovegni a Padova, capolavoro della pittura del Trecento italiano, presenta uno dei cicli di affreschi più integri realizzati da Giotto nel corso della sua carriera. Al centro del dibattito di questo workshop saranno affrontate le problematiche relative alla salvaguardia e alla messa in sicurezza di cappella e cripta. Tali aspetti saranno messi in relazione al progetto, fortemente contestato, per la costruzione del nuovo auditorium nelle immediate vicinanze di questo prezioso sito. Inoltre saranno illustrati sia gli effettivi rischi a cui è esposta la cappella a causa dell'attuale mancanza di protezioni antisismiche sia le nuove possibili risposte relative al problema della falda acquifera della cripta.

Queste sono solo alcune delle questioni che verranno sollevate nel corso di questa giornata che ha come obbiettivo la creazione di una piattaforma di discussione che proponga soluzioni idonee a preservare al meglio questo prezioso gioiello della pittura trecentesca. 

 

Programma: 

Sessione mattutina 

10:30 – 10:45 Alessandro Nova: Introduzione 

10:45 – 11:15 Giuliano Pisani: La salvaguardia della Cappella degli Scrovegni: situazione in essere e in divenire 

11:20 – 11:40 Luigi D’Alpaos: Caratteristiche idrogeologiche dell'area della Cappella degli Scrovegni 

11:45 – 12:05 Pietro Matracchi: Elementi per la diagnostica architettonica della Cappella degli Scrovegni. Il problema del cordolo 

12:10 – 12:30 Renzo Fontana: Italia Nostra di Padova. Il punto di vista dell’Associazione 

12:45 – 14:15 Pausa Pranzo

 

Sessione pomeridiana 

 

14:15 – 14:35 Girolamo Zampieri: Il problema del condotto d'acqua nella cripta della Cappella degli Scrovegni 

14:40 – 15:00 Bruno Zanardi: I grafici (sbagliati) delle giornate degli affreschi di Giotto agli Scrovegni. Con un cenno a un'economia dei beni culturali 

15:05 – 15:25 Tomaso Montanari: Giotto: cosa c’è sotto? 

15:30 – 17:00 Discussione e tavola rotonda con gli interventi di Chiara Frugoni, Giorgio Macchi e Salvatore Settis 

 

L'appuntamento è per lunedì 11 febbraio 2013 alle ore 10.30 al Kunsthistorisches Institut in Florenz – Max-Planck-Institut  c/o Palazzo Grifoni, Sala Seminari, Via de' Servi 51, Firenze.

 

SCARICA IL PROGRAMMA

 

Contatti

Mandy Richter

Tel. 055 2491185

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

http://www.khi.fi.it/

 

Fonte: Kunsthistorisches Institut in Florenz

Foto: http://padovacultura.padovanet.it/

 

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo