NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Archimede: il laboratorio mobile per i beni culturali

Qualcuno l'ha già chiamata l'"ambulanza dei beni culturali", ed in effetti si tratta di un laboratorio mobile pronto ad intervenire per il soccorso di opere d'arte e monumenti. Il progetto, sviluppato da Sartech, azienda giovane ma innovativa sarà presentato alla settima edizione del Salone Lu.bec. in programma dal 20 al 22 ottobre a Lucca. Il laboratorio Archimede sarà quindi in grado di effettuare misure di tipo analitico ed archeometrico sul campo. Le tecnologie utilizzate son ben affermate nel campo della diagnostica applicata per la conservazione dei Beni Culturali. Esse sono state selezionate tra le migliore tecniche non invasive: Fluorescenza a raggi x, Spettroscopia Raman, Radiografia a raggi X digitale, Riflettografia Infrarossa, Colorimetria, Termovisione, Fluorescenza UV, Conducibilità di Correnti Indotte (IACS) nonché analisi microclimatiche. Il progetto Archimede, nasce dall'esperienza della SarTech, che da anni collabora con università e centri di ricerca, e dalla collaborazione con Studio SMA e Ars Mensurae. Archimede é già utilizzato in alcuni progetti di valorizzazione e salvaguardia di Beni Culturali, come la valorizzazione della Villa e della Grotta di Tiberio a Sperlonga (LT) e del Tempio di Giove Anxur a Terracina (LT), ma tanti altri siti archeologici e monumenti sono in attesa di una sua visita. Sartech prevede di continuare anche la ricerca di tecnologie sempre più innovative.

(Fonte: www.sartech.it)

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo