NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Archeomatica 4 2010 disponibile per la lettura on-line

Archeomatica n 4 2010

Il numero 4 del 2010 è ora disponibile per la lettura on-line. Si accede dal menu laterale - sfoglia la rivista on line - oppure cliccando direttamente sul banner riportato in basso a sinistra. Archeomatica mette a disposizione dei lettori una versione on-line per la lettura libera, ma per garrantire il privilegio dei lettori abbonati, concede questa facoltà con un numero di ritardo. In questo modo i nostri abbonati sono i primi a leggere gli articoli di Archeomatica, oltre ad avere l'ovvio piacre di una edizione cartacea di tutto rispetto.

Nel numero 4 trovate i seguenti argomenti:

DOCUMENTAZIONE
La Cappella degli Scrovegni in Alta Defi nizione
di Mauro Gavinelli, Annarita Merigo E Vincenzo Mirarchi

Verso nuove forme di documentazione archeologica
di Matteo Rapanà

RIVELAZIONI
Monitoraggio di siti archeologici da satellite
di Renzo Carlucci e Alessio Di Iorio

RESTAURO
LABES, scavo e stratigrafia archeologica quale occasione attiva di progetto urbano
DI Antonino Saggio, Lorena Greco e Cristian Farinella

ARTE E SCIENZA
Giulio Carlo Argan e le tecnologie per i beni culturali
di Francesca Salvemini

INTERVISTA
Getty Conservation Institute e la tecnologia applicata
intervista a Giacomo Chiari di Elena Latini

GUEST PAPER
At the computer’s edge, the value of vitual constructions to the interpretation of cultural heritage
di Konstantinos Papadoupolos ed Efi Kefalaki

EU AND WORLD HERITAGE
La giusta collocazione del Patrimonio Mondiale
di Francesca Riccio




Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo