NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Sabato, 07 Ottobre 2017 16:05

Archeomatica 2 2017

Redazione Archeomatica
copertina archeo 2

 

 

PUOI RICEVERLO IN SPEDIZIONE CARTACEA O DOWNLOAD DIGITALE 
 
 
 
UNA PREVIEW ON-LINE E' DISPONIBILE A 
 

Online il Numero 2 2017 di Archeomatica - Tecnologie per i Beni Culturali. L'editoriale di Lucrezia Ungaro introduce a questo numero tematico dedicato alle tecnologie di comunicazione visiva, sensoriale e tattile impiegate nei musei, con particolare riferimento al Museo dei Fori Imperiali - Mercati di Traiano. L'editoriale dal titolo "Le opere e la storia: tecnologia e comunicazione nel Museo dei Fori Imperiali - Mercati di Traiano" sottolinea l'importanza della capacità di comunicare Il Museo con le nuove tecnologie e come queste possano favorire, rivitalizzare e valorizzare le opere e la storia in esso contenuto.

Nella sezione Documentazione  ospitiamo un articolo dedicato al progetto "...Antiche Presenze..."  - da cui il titolo dell'articolo "...Antiche Presenze..." Il progetto della valorizzazione nella sostenibilità delle tecnologie"  - realizzato nel 2010 presso i Mercati Traianei, un insieme di videoproiezioni "sostenibili" che non alterano l'identità originale del patrimonio reale e che si discostano da una eccessiva "virtualizzazione" del bene culturale. 

Il secondo articolo di questa sezione "Realtà parallele - Sinergia di competenze nelle applicazioni di augmented reality per i Beni Culturali"  a cura delle società Komedia e Aion, verte sulle applicazioni di realtà aumentata/virtuale applicate ai Beni Culturali che impiegano smartphone, tablet e visori tridimensionali. Al centro di queste applicazioni vi sono gli archeologi digitali che mediante rilievo e mdellazione integrano il costruito storico con la ricostruzione tridimensionale, fornendo all'utente finale una esperienza immersiva il più possibile vicina alla realtà. 

La sezione Musei si apre con un articolo dedicato ad un grande dell'Archeologia Romana: Heinrich Dressel, autore della più importante catologazione delle anfore romane. La società Hubstract made for Art, nel corso di una collaborazione con il Museo dei Fori Imperiali - Mercati di Traiano, ha avuto il piacere di realizzare il contributo multimediale introduttivo alla Sala della Cisterna, allestita con quasi 200 anfore romane. Il cortometraggio realizzato gira intorno alla figura dell'epigrafista tedesco, il più delle volte rappresentato in solitudine o in penonmbra, impegnato nel proprio lavoro di catalogazione.

L'articolo "Nascita del Museo dei Fori Imperiali e sistema di comunicazione integrato" di Marina Milella descrive la progettualità e i criteri che vi sono stati alla base di tale sistema di comunicazione realizzato nel Museo dei Fori Imperiali, che nasce dal frammento più piccolo e "meno significativo" sino all'allestimento multimediale completo di pannellistica, videopannelli e ricostruzioni 3D. Nel corso dell'allestimento particolare attenzione è stata rivolta alle esigenze del diverso tipo di pubblico, proveniente da fasce sociali e generazionali diverse.

Sempre nell'ambito del Museo dei Fori Imperiali l'articolo "Museo e musealizzazione 2.0: l’esempio di “Made in Roma” di Simone Pastor sottolinea come comprendere i propri bacini di udienza per sviluppare strategie di comunicazione “su misura” è fondamentale per il successo di una mostra.

L'articolo di Davide Zucchi dedicato alla comunicazione scientifica per i Beni Culturali vuole essere una vetrina per le attività svolte dello studio Inklink, quali la realizzazione di innumerevoli prodotti e servizi per la valorizzazione e la divulgazione dei beni culturali archeologici e paesaggistici, per ogni tipologia di ente e di visitatore.

Il numero si chiude con un articolo dedicato ad un progetto sperimentale di realtà aumentata che combina i visori speciali google glass e epson moverio alla tecnologia beacon dal titolo Il Museo Glass Beacon nei Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali: sperimentazione di storytelling in un museo di architettura antica" di Maria Caterina Schettini e Adele Magnelli.

Buona lettura dalla Redazione!

In questo numero:

EDITORIALE
Le opere e la storia: tecnologia e comunicazione nel Museo dei Fori Imperiali - Mercati di Traiano
di Lucrezia Ungaro

DOCUMENTAZIONE
6 “…Antiche Presenze…” – Il progetto della valorizzazione nella sostenibilità delle tecnologie
di Livia Cannella

10 Realtà parallele - Sinergia di competenze nelle applicazioni di augmented reality per i Beni Culturali
A cura di Komedia e Aion

MUSEI
14 Heinrich Dressel e i viaggi delle anfore
di Stefano Fiori

22 Nascita del Museo dei Fori Imperiali e sistema di comunicazione integrato
di Marina Milella

24 Museo e musealizzazione 2.0: L’esempio di “Made in Roma”
di Simone Pastor

36 Lo studio INKLINK: gusto artistico e precisione scientifica per la comunicazione dei Beni Culturali 
di Davide Zucchi

38 Il Museo Glass Beacon nei Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali: sperimentazione di storytelling in un museo di architettura antica
di Maria Caterina Schettini, Adele Magnelli

SCHEDE TECNICHE
26 I romani grandi costruttori
A cura di Hubstract made for art

28 Tactile Studio, artigianato digitale al servizio dell’accessibilità
A cura di Tactile Studio

30 Realtà Virtuale nei Beni Culturali: Mersiva
A cura di Araundu

31 La tecnica INKLINK per il Museo dei Fori Imperiali nei Mercati di Traiano
a cura di INK LINK

32 Edge Lab
A cura di Edge Lab

34 Design minimalista. Massimo controllo
a cura di Testo

RUBRICHE: AGORÀ, VADEMECUM, RECENSIONE, AZIENDE E PRODOTTI, EVENTI

È possibile abbonarsi alla rivista in formato cartaceo e digitale su www.geo4all.it

 

I singoli articoli saranno presto disponibili per gli autori in Open Access QUI

Ultima modifica il Domenica, 08 Ottobre 2017 10:21
Altro in questa categoria: « Archeomatica 1 2017
Technology for All 2017
Technology for All 2017
http://www.digitalmeetsculture.net

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo