NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Lunedì, 30 Novembre 2015 11:07

Prosegue l'attività di controllo per la conservazione degli Affreschi della Cappella degli Scrovegni

A Padova, dal 9 al 14 novembre 2015 si è svolta la settimana dedicata alle attività di controllo per la conservazione e manutenzione degli affreschi di Giotto nella Cappella degli Scrovegni.

Il risultato di queste indagini è positivo: la restauratrice Valentina Piovan, che ha collaborato con l'ISCR, ha dichiarato che la polverosità è diminuita ulteriormente rispetto al precedente esame. In particolare è quasi assente sulle superfici verticali e in minima quantità sugli aggetti orizzontali, "un risultato forse dovuto alle piccole ma costanti azioni di miglioramento effettuate negli anni precedenti, quali la sostituzione dei tappeti, il controllo e il restauro delle vetrate, l’eliminazione della ghiaia sui viali di accesso".

"Quest’anno - si legge sul sito dell'ISCR - in occasione della settimana di manutenzione, hanno inoltre preso avvio le prime indagini non invasive previste nell’ambito del progetto Metodologie integrate per lo studio di edifici storici affrescati: il caso della Cappella Scrovegni a Padova finanziato dall’Ateneo di Padova e  coordinato da Rita Deiana del Dipartimento dei Beni Culturali: archeologia, storia dell’arte, del cinema e della musica della stessa Università. Il progetto di durata biennale, in collaborazione con l’ISCR e con il Comune di Padova, sotto la supervisione delle diverse Soprintendenze venete, ha lo scopo di  cercare di far luce sulle vicende costruttive dell’edificio in relazione all’Arena, contribuendo ad aumentare il grado di conoscenza sul manufatto e sulle trasformazioni che lo hanno interessato nel corso dei secoli".

Durante l'intervento di manutenzione è stata eseguita una leggera spolveratura di tutte le superfici e limitate operazioni di consolidamento degli intonaci ma non degli strati pittorici.
Inoltre sono stati realizzati delle misure colorimetriche su alcune aree campione in studio dal 2001 per eseguire un confronto tra le misure eseguite negli anni, e una documentazione grafica e fotografica degli affreschi.

 

Fonte: ISCR

 

Ultima modifica il Lunedì, 30 Novembre 2015 11:22

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo