NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Lunedì, 03 Agosto 2015 10:06

Laser per il restauro donati alla Città del Vaticano

Lo scorso 19 giugno il Governatorato dello Stato della Città del Vaticano ha ricevuto in dono dalla Quanta System, azienda del gruppo El.En. e leader mondiale nella produzione di laser medicali, industriali e scientifici, cinque sistemi laser di ultima generazione. Due dei cinque dispositivi verranno messi a disposizione dei Musei Vaticani per il restauro delle opere d’arte, mentre gli altri tre saranno destinati a delle strutture ospedaliere del Sud America.

La cerimonia di consegna ha avuto luogo nel Salone di Raffaello della Pinacoteca dei Musei Vaticani, alla presenza dell’Em.mo Cardinale Giuseppe Bertello, Presidente del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano, del prof. Antonio Paolucci, Direttore dei Musei Vaticani, dell’ing.
Paolo Salvadeo, Amministratore Delegato della Quanta System e del prof. Ulderico Santamaria, Responsabile del Laboratorio di Diagnostica dei Musei Vaticani.

Le nuove dotazioni laser destinate ai laboratori di restauro dei Musei Vaticani saranno impiegate nei più svariati lavori di restauro, dai manufatti di natura pittorica e policromatica fino alle sculture.
I laser offerti alle strutture ospedaliere del Sud America sono in grado di realizzare difficili interventi di chirurgia, garantendo elevatissimi standard di sicurezza e tempi minimi di degenza. Il dispositivo può essere utilizzato, grazie alla sua altissima efficacia, per interventi di cura delle malattie renali riguardanti bambini e adolescenti.

Pochi sanno che il dipartimento delle Ricerche Scientifiche dei Musei Vaticani – dichiara il prof. Antonio Paolucci, Direttore dei Musei Vaticani – guidato dal prof. Ulderico Santamaria è all’avanguardia in Italia e in Europa nel restauro di frontiera, nelle applicazioni più sofisticate e sperimentali delle tecnologie finalizzate alla conservazione del patrimonio. Le tecnologie laser sono, qui da noi, da sempre studiate e sistematicamente applicate. Gli strumenti laser in uso presso i nostri laboratori di restauro fanno, tutti insieme, una “scuderia” di eccellenza, per numero, per versatilità ed efficienza operativa con pochi e forse nessun confronto in Italia e in Europa. Oggi, grazie al generoso dono della Quanta System, il parco-laser dei Musei Vaticani, si arricchisce di due nuovi dispositivi laser di ultima generazione. È una buona notizia per i nostri operatori ed è una garanzia di sempre più efficace tutela dei tesori artistici vaticani”.
"Da sempre - commenta l’ing. Paolo Salvadeo, CEO Quanta System – la nostra missione è stata quella di contribuire a preservare patrimoni immensi per l’umanità. I nostri laser specifici per operazioni di restauro di opere d’arte e i nostri prodotti per la medicina e la chirurgia, sono animati dallo stesso principio: prenderci cura delle persone, i nostri capolavori”.

Con questa iniziativa congiunta, il Governatorato dello Stato della Città del Vaticano e la Quanta System intendono simbolicamente sottolineare come non sia sufficiente acquisire competenze tecnologiche sempre più avanzate senza che le stesse non vengano messe a disposizione di uomini e donne in tutto il mondo.

 

Fonte ed immagine: Elen, Quanta System

 

Ultima modifica il Lunedì, 03 Agosto 2015 10:18

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sea Drone Gallipoli

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo