NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Giovedì, 01 Settembre 2016 14:11

Un allestimento multimediale ed interattivo per il MudeF, Museo delle Fortezze-Museo Multimediale delle Fortificazioni di Lunigiana

Inaugurato giovedì 1 settembre 2016 presso la Fortezza Firmafede di Sarzana, eretta nel 1249 dai Pisani e successivamente distrutta e ricostruita dai Fiorentini, il MUdeF - Museo delle Fortezze.

Si tratta di un percorso interattivo ed emozionale attraverso ben 27 sale dedicato a far conoscere la storia e le caratteristiche della Lunigiana attraverso le sue fortezze, gli usi e i costumi inserendoli nel loro contesto abitativo e, soprattutto, storico. 

Schermi olografici, quadri parlanti, videomapping, sono alcuni degli elementi che caratterizzano l’allestimento multimediale realizzato da ETT S.p.A., azienda creativa e digitale genovese. Un percorso coinvolgente che permette al visitatore di immergersi in un’epoca passata, rivivere la storia e le vicissitudini di Sarzana in epoca medievale con l'ausilio di immagini e contenuti bilingue (italiano e inglese).  
Inoltre uno speciale braccialetto, fornito all’ingresso, accompagnerà il visitatore per tutto il percorso museale permettendogli di attivare i contenuti multimediali come proiezioni, audio e video.
I più piccoli troveranno una sala interamente dedicata a loro, dove potranno disegnare su una lavagna le fasi di costruzione di un castello e ricostruire una fortezza grazie ad un puzzle 3D.

"Abbiamo portato a termine un progetto - spiegano il sindaco di Sarzana e l'assessore alla cultura Sara Accorsi - finanziato con fondi europei molto importante che non solo rende fruibili al pubblico aree della Fortezza Firmafede precedentemente inutilizzate ma, soprattutto,  offre ai cittadini ed ai turisti, attraverso tecnologie innovative e coinvolgenti, uno sguardo d'insieme sui castelli della Lunigiana. Il complesso architettonico delle due fortezze sarzanesi, la Firmafede e la Fortezza di Sarzanello, data la loro stretta interrelazione, è unico in Europa e rappresenta due esempi notevolissimi di strutture dell'epoca di transizione dai castelli medioevali alle fortezze rinascimentali. Oggi con l'apertura del MUdeF la Fortezza Firmafede coniuga antico e moderno, ospitando nelle sale di un bellissimo forte rinascimentale un apparato multimediale pensato per 'far entrare' appieno il visitatore nel mondo dei castelli medievali e rinascimentali. Un doveroso grazie a tutti coloro che hanno contribuito alla realizazzione del MUdeF, innanzitutto all'esperto di beni culturali Stefano Milano che per primo ha creduto in questo progetto, ai progettisti Roberto Ghelfi, Giorgio Rossini e Daniela Scarponi, alla direttrice del Polo Museale Serena Bertolucci e al direttore delle due fortezze Raffaele Colombo".

Il Comune di Sarzana è molto impegnato nella valorizzazione del territorio e delle sue bellezze, come dimostra l’offerta culturale e turistica presente sul territorio. Dopo l’inaugurazione dello spazio dedicato al Castello della Brina, ricreato attraverso i reperti e le ricostruzioni 3D negli spazi della Fortezza di Sarzanello nel 2015, arriva dunque un nuovo museo multimediale che sottolinea l’interesse dell'ente per le nuove forme di turismo culturale.
La Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici della Liguria si è impegnata negli anni nei vari restauri della Fortezza Firmafede, che oggi rappresenta un polo per molteplici attività culturali. L’intervento di valorizzazione del patrimonio storico di Sarzana è stato reso possibile grazie al finanziamento ottenuto con le risorse del POR Liguria FESR 2007/2013.

 

Guarda la galleria di immagini in fondo alla notizia.

 

Fonte: ETT SpA (www.ettsolutions.com)

 

Ultima modifica il Giovedì, 01 Settembre 2016 14:27
itsqarhyzh-CNnlenfrdejaptrues
archeomatica su twitter
Technology for All 2017
Technology for All 2017
http://www.digitalmeetsculture.net

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo