NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Giovedì, 22 Ottobre 2015 11:46

Biblioteca Digitale Lombarda delle collezioni librarie e documentarie. Un progetto di valorizzazione

Mercoledì 28 ottobre a Milano dalle 10.00 alle 13.00 nella sede della Regione Lombardia (Via Melchiorre Gioia 37 ingresso N4 – 1° piano Sala Marco Biagi verrà presentata la nuova Biblioteca Digitale Lombarda.

Si tratta di un progetto della Regione Lombardia finalizzato alla valorizzazione di una parte importante del patrimonio storico documentale, materiale di grande interesse per l’indagine della storia locale in un periodo di riferimento molto ampio.

La ricerca, lo studio e la didattica della storia del territorio sono infatti il focus del progetto che prevede, dopo l’analisi, la digitalizzazione e la post produzione delle immagini, la loro pubblicazione su un portale dedicato, che andrà a costituire la Biblioteca Digitale Lombarda, la prima dettagliata banca dati sui documenti storici della regione, predisposta per essere fruita in rete senza restrizioni.

Un progetto che ci ha impegnati per circa un anno di lavoro nell’acquisizione ottica di oltre 2.050.000 pagine provenienti da dieci Istituti lombardi, selezionati in base alle loro caratteristiche storiche e al valore delle raccolte possedute: l’Archivio di Stato di Como; la Biblioteca civica A. Mai di Bergamo; la Biblioteca civica U. Pozzoli di Lecco; la Biblioteca civica di Varese; la Biblioteca comunale Sormani di Milano; la Biblioteca comunale Teresiana di Mantova; la Biblioteca d’Arte e Biblioteca Archeologica e Numismatica CASVA di Milano; l’Istituto nazionale per la storia del movimento di liberazione in Italia di Milano; il Touring Club Italiano e l’Università degli studi di Brescia.

Le immagini acquisite dalle 26 collezioni di tipologie ed epoca molto diverse, provengono da manoscritti duecenteschi, codici ed incunaboli miniati, pregiate cinquecentine, almanacchi e periodici locali di vari periodi storici, ruoli matricolari dei soldati, volumi dell’epoca fascista, fino ad arrivare a riviste contemporanee.

Il lavoro che la società Space Spa ha svolto sul territorio ha prodotto per ciascun volume, periodico, o documento, la scansione di immagini corredate di informazioni - i metadati - che costituiscono la carta di identità del bene documentale.

Nel corso dell’evento verrà presentato l’intenso lavoro di acquisizione ottica delle immagini e la loro rielaborazione, arrivando fino alla loro visualizzazione sul portale della Biblioteca Digitale, che sarà aperto e fruibile da tutti gli interessati.

 

Per adesioni inviare mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Scarica il Programma in allegato in fondo alla notizia.

 

Fonte: Space Spa

Ultima modifica il Giovedì, 22 Ottobre 2015 12:21

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo