NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Martedì, 02 Ottobre 2018 11:37

Al #2018TFA in mostra la Storymap "I paesaggi di Antonio Cederna" che racconta l'Appia Antica

Redazione Archeomatica

Una storymap per la traduzione del pensiero umano in geografia su Antonio Cederna e la Via Appia, al #TFA2018 il 4 e 5 Ottobre presso la sede dell'ISA (Istituto Superiore Antincendi) del Corpo Nazionale dei vigili del Fuoco. La consapevolezza dell'importanza strategica delle mappe attraversa tutta l’opera di Antonio Cederna. “Non si può conservare e difendere ciò che non si conosce: è questa ignoranza che favorisce la degradazione che ogni giorno lamentiamo del patrimonio storico, artistico e ambientale”, scrive nel 1976 sul -Corriere della Sera-, in un articolo dal titolo programmatico: "E' una difesa dal saccheggio la mappa dei beni culturali". 

All'esigenza di catalogare e di conoscere i territori, di mappare le minacce che gravano sul paesaggio, sul patrimonio storico e artistico, sull'assetto delle città, Cederna ha dedicato migliaia di articoli tra il 1949 e il 1996, gran parte dei quali sono conservati presso l’Archivio Cederna donato dalla famiglia allo Stato, collocato dalla Soprintendenza Archeologica di Roma presso la sede di Capo di Bove, nel cuore dell’Appia Antica (www.archiviocederna.it), e divenuto negli anni fonte di ricerche, pubblicazioni e mostre rivolte al pubblico.

Oggi, l’Archivio Cederna affida a una MAPPA il compito di documentare le principali tappe dell’impegno di uno dei pionieri dell'informazione sull'ambiente, l'urbanistica e i beni culturali. Uno strumento innovativo che raccoglie materiali inediti e rende accessibili in chiave geografica oltre duemila articoli, valorizzando ulteriormente l’opera di digitalizzazione e di costante cura dell’archivio promossa dalla Soprintendenza in questi anni. Un modo nuovo per prendere visione della vastità dell’impegno di Cederna e per osservare da vicino le violente trasformazioni che hanno sconvolto, e reso spesso irriconoscibili, geografie e paesaggi dagli anni del dopoguerra ai giorni nostri. Un punto di partenza per aggiornare a vent’anni di distanza le mappe dell’Italia da salvare.

A cura di TeamDev.

Dove:
ISA Istituto Superiore Antincendi del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco
Via del Commercio 13, Roma

Quando:
4 e 5 ottobre 2018

Come:
Iscrizioni gratuite online a questo link www.technologyforall.it


 

Ultima modifica il Martedì, 02 Ottobre 2018 14:13

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo