NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Venerdì, 27 Settembre 2013 11:21

Scienza e innovazione per lo studio e la conservazione delle opere d'arte

anno cultura it 2013In occasione dell'anno della Cultura italiana in America, dal 7 al 10 ottobre 2013 si svolgerà a Washington e a New York un simposio dal titolo "Scienza e innovazione per lo studio e la conservazione delle opere d'arte". L'evento è organizzato dall'Ambasciata Italiana insieme all'Accademia Nazionale dei Lincei e l'Accademia Nazionale delle Scienze, con il sostegno del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), il progetto europeo CHARISMA, il Metropolitan Museum of Art e la National Gallery of Art. 

 

Chimica, scienza dei materiali e nanotecnologie si intrecciano con la pratica moderna della storia dell'arte, dell'archeologia e la conservazione dell'arte. In tre giorni a Washington DC e a New York il simposio esplorerà i più recenti progressi nella ricerca scientifica dedicata al settore del patrimonio culturale, con particolare attenzione al contributo di ricercatori italiani e delle collaborazioni su Italia -USA.

L'Italia è da tempo in prima linea nella pratica della conservazione e della ricerca la conservazione, la fusione con successo di approcci tradizionali con la ricerca avanzata e la formazione presso i suoi istituti di conservazione, i laboratori di ricerca universitari e i centri di ricerca industriale. Oggi, i ricercatori italiani avanzano le frontiere della scienza e dell'innovazione nella storia dell'arte, l'archeologia, e la conservazione dell'arte, in collaborazione con i loro colleghi europei e americani.

Durante il simposio i ricercatori italiani e i loro collaboratori americani presenteranno le più recenti tecniche scientifiche e discuteranno la loro applicazione alla ricerca sul patrimonio culturale. Gi argomenti trattati saranno: dalle indagini non distruttive in situ alle nanotecnologie per il consolidamento dei dipinti murali, dall'ablazione laser per la pulitura delle sculture alla spettrometria di massa per l'identificazione di residui organici in materiale archeologico; dalla spettroscopia ad imaging per la caratterizzazione dei manoscritti miniati ai nuovi sensori per lo studio del microclima dei musei.

Il simposio non è solo un'occasione per presentare e celebrare lo stato dell'arte della ricerca scientifica sul patrimonio culturale , ma anche un forum per espandere ulteriormente le collaborazioni Italia-USA e gli scambi scientifici.

 

SCARICA IL PROGRAMMA

 

Fonte: Redazionale

 

Ultima modifica il Giovedì, 12 Febbraio 2015 17:33

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sea Drone Gallipoli

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo