NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Venerdì, 30 Gennaio 2015 12:01

Creativi e tecnici insieme per promuovere il patrimonio culturale digitale

europeanatech 2015I veloci sviluppi tecnologici hanno rivoluzionato il modo di accedere al nostro passato. Oggi il nostro patrimonio culturale presenta a sviluppatori e modellatori di dati continue sfide, tra cui le richieste di contenuti ad alta risoluzione, diritti cancellati per il riutilizzo creativo e l'accesso immediato ai dati audio e film. La risposta a queste e alle future sfide di memorizzazione e di esposizione del nostro patrimonio culturale digitale in termini di costi effettivi e vie innovative saranno condivise da tecnici esperti, sviluppatori e ricercatori a Parigi nella Seconda Conferenza EuropeanaTech in programma presso la Biblioteca Nazionale di Francia il 12 e 13 Febbraio 2015.

Questi esperti si riuniranno come comunità EuropeanaTech che comprende le comunità di operatori dal settore culturale, sviluppatori e esperti IT, le industrie creative. Riunendo insieme questi settori si offre un'opportunità unica di collaborazione su questioni chiave dalla modellazione dei dati, il multilinguismo, la scoperta, il riuso del contenuto e lo sviluppo open source, al Cloud e ai modelli di finanziamento praticabili.

La comunità, che è cresciuta costantemente dalla prima conferenza EuropeanaTech in Austria nel 2011, presenterà ad EuropeanaTech 2015 gli sviluppi che hanno permesso di aprire una più ampia collaborazione e gli sviluppi, come gli esperti cercano di predire il futuro rapporto tra tecnologia e patrimonio culturale.

Bill Thompson, capo della Partnership per la BBC Archive Development, ha dichiarato: 'Mentre musei, gallerie e archivi rimarranno importanti come luoghi da visitare e depositi del patrimonio culturale, l'accesso online alle risorse digitali sta diventando sempre più centrale per il coinvolgimento delle persone con il passato, e le istituzioni hanno bisogno di imparare come crescere in questo mondo. Europeana ha creato un percorso verso la comprensione del patrimonio culturale online, ed EuropeanaTech è il posto per esperti, sviluppatori e ricercatori per incontrarsi e condividere le loro conoscenze, progetti e sogni".

Saaranno presentati e studiati sviluppi chiave, sfide e opportunità nell'apertura del patrimonio culturale digitale. Questi includono il rifornimento del riutilizzo dei contenuti, migliorando la qualità dei dati e lo sviluppo di nuovi modelli di interazione per aiutare la sua scoperta. I mezzi radiotelevisivi, l'umanistica digitale ed i settori museali mostreranno la cooperazione internazionale sugli sviluppi dell'interoperabilità, lo scambio e gli sviluppo sulle biblioteche digitali, mentre saranno esaminati modelli di finanziamento delle industrie creative, e sarà esplorato il potenziale del Cloud per i beni culturali.

L'ambizione della conferenza e della comunità EuropeanaTech è riflesso nei relatori della manifestazione, personalità europee e internazionali da tutti i settori, tra cui: Emma Mulqueeny, fondatore e CEO di Rewired State & Young Rewired State; Chris Welty, Google Research; Andy Neale, Drettore del Digital NZ; Dan Cohen, direttore esecutivo Digital Public Library of America (DPLA); Seb Chan, Cooper Hewitt and Smithsonian Design Museum; George Oates, Good, Form & Spectacle.

Emma Mulqueeny, fondatore e CEO di Rewired State & Young Rewired State, ha detto: "Dati, cultura e patrimonio sono stati a lungo oggetto di dibattito e ciò che mi incuriosisce è come tutto questo troverà il suo posto nel rinascimento digitale. Mi chiedo come farà la gente che vuole vivere questo, e come può essere incoraggiata [...]. Alla conferenza Europeana a Parigi introdurrò il concetto dei "97ers", cioè dei nati nel 1997 o dopo, i consumatori sociali digitali, con le loro differenti attitudini nell'apprendimento, lo sperimentare e condividere; e come il settore culturale potrebbe sorprendere e deliziare questa generazione '.

I membri della comunità, supportati dai programmi comunitari, presenteranno il proprio lavoro e il premio EuropeanaTech inaugurale riconoscerà le migliori innovazioni tecnologiche da parte della comunità.

Antoine Isaac, Research & Development Manager di Europeana, ha detto: "EuropeanaTech è il luogo in cui tutta la nostra comunità si riunisce. Stiamo andando a condividere la nostra esperienza come innovatori e professionisti, e ammirare le cose più promettenti su cui stiamo lavorando. Guardare duramente le nostre sfide collettive, pensando insieme a dove le nostre priorità devono essere e come dobbiamo affrontarli. Il programma è ricco di colloqui ispirazione che rappresentano la ricchezza di ciò che sta accadendo nel settore e offre opportunità per qualche grande alchimia a persone di un certo livello".

 

Programma della Conferenza su http://www.europeanatech2015.eu/

 

Fonte e immagine: Europeana

 

Ultima modifica il Giovedì, 12 Febbraio 2015 17:36

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo