NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Giovedì, 03 Settembre 2015 16:15

Tecnologie innovative complementari rivelano un dipinto nascosto in un'opera di Rembrandt

Ipotesi di ricostruzione del colore di un ritratto nascosto di Rembrandt. Ipotesi di ricostruzione del colore di un ritratto nascosto di Rembrandt. Courtesy J. Paul Getty Trust.

Dalla fine degli anni '60 gli storici dell'arte sanno che al di sotto del famoso "Vecchio uomo in costume militare" di Rembrandt (dipinto all'incirca tra il 1630 e il 1631), è presente un altro dipinto, uno studio del carattere del viso; il dipinto è uno più amati dipinti olandesi del J.Paul Getty Museum di Los Angeles.

Un recente studio collaborativo condotto da esperti da Los Angeles, Anversa e Delft, ha prodotto, utilizzano due complementari tecniche di imaging elementare, la più dettagliata rappresentazione dell'immagine dipinta sottostante di un giovane uomo avvolto in un mantello.
I risultati di quest studio soon stati pubblicati nella rivista scientific Journal Applied Physics A in un articolo scritto da Karen Trentelman, scienziato senior al Getty Conservation Institute, Koen Janssens e Geert van der Snickt, dell'University di Anversa e Joris Dik, della Delft University of Technology, insieme a Yvonne Szafran, conservatore di dipinti senior al Getty Museum e Anne Woollett, curatore di dipinti al Getty Museum.

"La nostra abilità di creare un'immagine del dipinto sottostante ha notevolmente beneficiato dei recenti sviluppi tecnologici" ha dichiarato Karen Trentelman. "I ricercatori sono sempre limitati dagli strumenti che hanno disponibili e negli anni lo studio di questi dipinti, e dell'immagine sottostante, ha progressivamente progredito con l'introduzione di nuove strumentazioni. Con questo nuovo studio la nostra scansione rivela la distribuzione degli specifici elementi chimici dalla quale possiamo desumere i pigmenti utilizzati nella prima composizione, provvedendo con l'immagine più dettagliata del dipinto sottostante ad oggi.

 

rembrandt uomo vecchio

Vecchio uomo in costume militare, 1630 – 1631. Rembrandt Harmensz. van Rijn (Dutch, 1606 - 1669). Olio su tavola, 25 7/8 x 20 3/8 in. The J. Paul Getty Museum, Los Angeles.

 

Rembrandt Harmensz van Rijn (Olanda, 1606-1669) è conosciuto per aver riutilizzato i propri supporti (come i panneli in legno quale quello utilizzato per Vecchio uomo in costume militare, ma anche tele e piastre in rame) in particolare durante i primi anni della sua attività.
La figura al di sotto dell'Vecchio uomo in costume militare fu il primo rivelato nel 1968 quando il dipinto fu analizzato a raggi x all'interno di un progetto di ricerca sull'opera artistica di Rembrandt. Successivamente, altre tecniche di imaging, incluse tecniche di autoradiografia ad attivazione di neutroni (NAAR), hanno consentito migliori ma anche indistinte immagini della figura sottostante. Ora i ricercatori hanno combinato risultati di due complementari tecniche elementari per studiare l'immagine ottenuta dall'attivazione neutronica e la scansione  con Macro Fluorescenza a raggi X recentemente sviluppata.
"Il fatto che dovessimo utilizzare l'informazione ottenuta con entrambi i metodi in un modo complementare è stato veramente gratificante" ha detto Koen Janssens. Lo sviluppo di uno scanner portatile che poteva essere portato ai musei è stato cruciale in questa ricerca. Prioritario il suo sviluppo e così il lavoro dovrebbe essere compiuto nelle strutture di ricerca nazionale che richiedono il trasporto di rare opere d'arte ad un laboratorio lontano.

“La tecnologia MA-XRF è una tecnica basta sui raggi X che è disegnata per analizzare e visualizzare strati dipinti nascosti nel campo dei musei" ha spiegato Joris Dik. "Il suo sviluppo strumentale è stato uno sforzo di cinque anni da parte di industrie, musei e università co-finanziato dall'organizzazione per la ricerca scientifica dei Paesi Bassi NWO. Lo strumento è stato disegnato specificatamente per ospitare questo dipinto di Rembrandt e così alla nostra prima visita negli stati uniti al Getty eravamo emozionati di vederlo funzionare così bene".
La nuova tecnologia è stata portata al Centro Getty di Los Angeles e le scansioni sono state eseguite sul dipinto in un periodo di circa 30 ore. Lo strumento, attualmente disponibile in commercio è stato disegnato per lo studio del dipinto, ma ha trovato applicazioni in molti altri campi quali l'archeologia e l'applicazione della legge.

 

 

La forma generale del viso della figura sottostante il Vecchio uomo in costume militare è stato rivelato dalla radiografia a raggi x: l'imaging NAAR provvede più dettagli in merito alla forma del viso e del mantello logoro insieme alle indicazione della composizione chimica di alcuni pigmenti utilizzati da Rembrandt.
La scansione MA-XRF aiuta in maniera significativa alla comprensione del dipinto nascosto fornendo immagini dettagliate della distribuzione dei singoli elementi chimici, dalla quale dovrebbero essere dedotti gli specifici pigmenti e i colori che Rembrand ha impiegato per dipingere la prima figura.
Per esempio, il volto della figura sottostante, è ricco in mercurio ed è indicativo della presenza del pigmento rosso vermiglione, uno dei componenti utilizzati per creare i toni degli incarnati.  La mappatura MA-XRF del mercurio provvede un quasi completa e dettagliata immagine della faccia della figura sottostante; similmente la mappa del rame, tipicamente associata con i pigmenti blu e verdi, provvede un'immagine del mantello.

Insieme, le informazioni dalle scansioni NAAR e MA-XRF sono utilizzati per ottenere un tentativo di ricostruzione digitale a colori dell'immagine nascosta: un giovane uomo, visto di tre quarti che indossa un voluminoso mantello sulle sue spalle. Il significato pieno del dipinto nascosto nell'opera di Rembrandt continuerà ad essere oggetto della ricerca in corso.

Durante i primi anni della sua attività Rembrandt fu intensamente interessato alla fisionomia e l'espressione. La sua propria faccia spesso forniva il punto di partenza per volti movimentati su incisioni e dipinti.
"C'è una forte probabilità che, come l'opera Vecchio uomo in Costume Militare, questa immagine di fondo del giovane è un altro studio del carattere (tronie), ma quello in cui Rembrandt ha usato le sue proprie caratteristiche", ha detto Anne Woollett.

Queste nuove scoperte sono ora in fase di revisione presso il Getty e altrove dagli studiosi che possono utilizzare questa raffigurazione dettagliata per capire meglio la pratica di uno dei più grandi pittori della storia dell'arte.

Fonte: The getty http://www.getty.edu/index.html
Immagine Credit J. Paul Getty Trust.

Ultima modifica il Giovedì, 03 Settembre 2015 16:59

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo