NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

3D Real-time Ground Penetrating Radar anche in archeologia?

Il Ground Penetrating Radar è una tecnologia per la mappatura del sottosuolo basata sull'emissione di onde radio. Un sistema radar ha un trasmettitore che emette onde elettromagnetiche che vengono riflesse dal bersaglio e rilevate da un ricevitore. Quando si trasmette nel terreno, il segnale verrà riflesso ogni volta che la velocità del segnale cambia, quindi i cambiamenti nel tipo di suolo e gli oggetti sepolti si tradurranno in riflessione del segnale radar. Il movimento del radar si tradurrà in un ritorno del bersaglio che assomiglia a una iperbole (a causa del cambiamento di distanza tra radar e bersaglio).

In buone condizioni del suolo, il GPR è stato usato con successo per individuare miniere di metallo e persino miniere non metalliche e ordigni esplosivi improvvisati. Al fine di fornire una buona capacità di rilevamento, è importante una mappatura tridimensionale dell'area. Avendo più antenne parallele montate in un array e scansionando contemporaneamente una superficie bidimensionale, si ottiene la probabilità ottimale di rilevamento.

La figura mostra le immagini risultanti con un piccolo ordigno esplosivo improvvisato in plastica e una massa di metallo anticarro. Grazie alla mappatura 3D, entrambi i target sono facilmente rilevabili.

undergroundUn bersaglio di plastica è mascherato dal rimbalzo del terreno (riflesso tra antenna e superficie) lungo la sezione verticale del binario (in basso a sinistra). Lo stesso target è chiaramente visibile nella verticale (a destra) e nella sezione orizzontale (in alto) del binario trasversale.

Un Radar 3D è in grado di acquisire questi dati utilizzando due approcci innovativi. Innanzitutto, viene utilizzata una tecnica di raccolta dati chiamata Step Frequency, sfruttata da un sistema di raccolta dati che è accoppiato a un unico array di antenne multicanale. Lo Step Frequency è un approccio in cui un intervallo di frequenza viene sottoposto a passaggi di frequenza incrementale, generalmente da basso ad alto, per fornire un rilevamento completo del sottosuolo. Il raggiungimento di risultati simili con GPR basati su impulsi più tradizionali richiederebbe invece più antenne operanti a frequenze separate.

I sistemi 3D-Radar GPR sono utilizzati in tutto il mondo per: ispezione di ponti, rilievi del manto stradale, ispezioni ferroviarie, mappatura delle infrastrutture e in particolare per l’archeologia.Vedi qui: https://www.codevintec.it/3d-radar-geoscope-it

In quest’ultimo settore si sta muovendo la Codevintec Italiana che ha recentemente presentato tali sistemi per l’individuazione di ordigni bellici inesplosi, ma che molto potrebbero dire nel campo dell’ispezione archeologica.

Codevintec Codevintec a Roma c/o ISCAG per il seminario “La valutazione del rischio bellico nei cantieri tra approccio ingegneristico e legislazione applicabile” con il magnetometro marino Geometrics G-882 e i georadar GSSI.

Per maggiori informazioni: Codevintec Italiana www.codevintec.it 

 

 

TFA 2019
TFA 2019
/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo