NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

PROBLEMS OF ILLUMINATION OF CULTURAL HERITAGE: THE CASE OF REALGAR

PROBLEMS OF ILLUMINATION OF CULTURAL HERITAGE: THE CASE OF REALGAR

Andrea Macchia, Giorgia Roscioli, Enrico Greco, Luigi Campanella, Adriana Maras

Abstract
To plan an exhibition of cultural heritage in a museum it’s necessary to consider different aspects, firstly the safe conservation of the exposed objects, secondly the optimal vision offered to visitors for their satisfactions and enjoyment. With regard to conservation aspects it’s necessary to consider both the possible deterioration due to the radiation falling on the object and other aspects such as micro-climate conditions, frequency of visitors. Further important needs concern cheapness and low frequency of maintenance interventions by the curators. The study intends to examine existing light sources, in particular their lighting “quality” and to develop a new system, based on LED technology, able to combine visual valorization with protection of Cultural Heritage. In first phase the material to be investigated was realgar, a natural and artificial mineral, whose molecule consists of four covalent bonds As-S. In the presence of oxygen it undergoes a cyclic and autocatalytic photochemical transformation which causes an anisotropic volume increase of the crystalline unit cell and formation of AS4S4 in the form, known as pararealgar. Analytical measurements have confirmed this hypothesis and allowed the definition of the reaction kinetics. In these experiments a 100 watt halogen lamp was used. Currently, the study is in progress, in order to understand the behavior of the pigment in the binder, the damages suffered and the eventual positive action of the degraded compound against biodegradation.
{flippingbook_book 38}

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo