NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Corso di alta formazione in Applicazioni informatiche per i Beni Culturali

Sono aperte le iscrizioni per un mini-master in Applicazioni informatiche per i beni culturali. Tale corso, della durata di 84 ore, è previsto dal 19 novembre al 6 dicembre 2012 a Matera ed unisce i moduli didattici di Catalogazione Digitale dei BBCC, di Restauro Virtuale, con fondamenti di fotografia dell’arte e indagine diagnostica.

Il Corso è indirizzato a umanisti, laureati e Laureandi in materie umanistiche e dei beni culturali (Lettere, Conservazione dei Beni Culturali, Archeologia, Architettura, Scuole di Restauro) e in generale a tutti coloro che operano nel settore della conservazione dei Beni Culturali, in particolare archeologici e architettonici.


Le nuove tecnologie digitali sono fondamentali nel campo dei Beni Culturali, oggi infatti vengono utilizzati software e tecnologie che favoriscono o migliorano la gestione, la conservazione, la catalogazione e la fruizione del bene culturale. Dalle metodologie integrate per la realizzazione di modelli tridimensionali eseguiti con laser scanner, alla fotogrammetria digitale, dalla fotomodellazione e ricostruzione 3D al restauro virtuale 2D, dalla catalogazione alla fruizione in rete.

 

Questo corso di alta formazione offrirà tutte le competenze tecniche utili per avviare progetti di questo tipo, con particolare cura nel finalizzare la formazione e l’accompagnamento finale all’inserimento occupazionale, con docenti esperti che già operano professionalmente nel settore.

Per maggiori informazioni consultare il bando completo alla sezione "Formazione" del sito: www.artedata.it

 

(Fonte: Artedata.it)

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo