NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

AL VIA LA GRANDE KERMESSE SUI BENI CULTURALI

Dal 30 Marzo al 2 Aprile 2011 il Quartiere Fieristico di Ferrara ospita la XVIII edizione del Salone dell’Arte del Restauro e della Conservazione dei Beni Culturali e Ambientali, il primo e più importante evento nazionale dedicato all’arte del restauro del patrimonio artistico italiano.


I settori merceologici degli stand commerciali presenti in fiera spaziano da prodotti e materiali per il restauro all’illuminotecnica per l’arte e l’architettura, da attrezzature e servizi di rilevamento e diagnostica a tecnologie per la disinfezione e disinfestazione, da istituti ed enti di formazione professionale a musei, gallerie, biblioteche e archivi, da associazioni ed enti pubblici/privati a centri di ricerca a catalogazione, turismo culturale, servizi, editoria.

La manifestazione, giunta alla aua XVIII edizione, rappresenta l’appuntamento internazionale più importante per gli esperti, i ricercatori e gli studiosi del settore; ormai da anni si è confermato il ruolo e la vocazione di Ferrara come città europea della Cultura: uno spazio ideale dove poter confrontare e aggiornare il lavoro di ricerca e per comunicare e diffondere la straordinaria ricchezza del nostro patrimonio d’arte e di bellezza.
Un perfetto connubio tra l’eleganza di una città e il valore di un Salone che oggi non ha concorrenti per qualità,  importanza e internazionalità, un mix ideale tra business e cultura, un’occasione assolutamente unica.

(Fonte: Salone del Restauro)

{linkr:bookmarks;size:small;text:nn;separator:+;badges:19,20,22,23,24,28}

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo