NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Tecnologia radar per la sicurezza del David di Michelangelo

Recentemente terminato un monitoraggio radar per valutare la stabilità del David di Michelangelo presso la Galleria dell'Accademia a Firenze. Lo studio, effettuato da alcuni ricercatori dell'Ateneo fiorentino, ha fornito dati positivi sulla sicurezza della statua anche in merito alla presenza di turisti che vi si muovono attorno.

Il team di ricerca è stato guidato da Massimiliano Pieraccini del Dipartimento di Ingegneria dell’informazione, e da Michele Betti, del Dipartimento di Ingegneria ambientale. Per l'analisi è stata utilizzata una particolare tecnologia radar che misura gli spostamenti micrometrici delle opere d’arte anche a qualche metro di distanza. Le analisi sono statue effettuate o scorso luglio.

Sia quando il museo è chiuso al pubblico, sia quando è particolarmente affollato di turisti - ha spiegato Pieraccini - i movimenti del David sono risultati inferiori a 20 millesimi di millimetro al secondo. Un valore più basso di almeno 100 volte rispetto alle soglie di attenzione indicate dalle linee guida europee per la protezione dei beni monumentali. E’ stato comunque interessante verificare - commenta il ricercatore - che la presenza dei turisti incrementa le vibrazioni della statua di circa il 60%, pur rimanendo su valori molto tranquillizzanti.

“I risultati del monitoraggio condotto dall’Università di Firenze - ha affermato il direttore della Galleria dell’Accademia Angelo Tartuferi - arricchiscono ulteriormente la documentazione scientifica relativa alla situazione statica della scultura, d’importanza cruciale nella prospettiva della realizzazione della piattaforma anti-sismica.”

 

Fonte: Unifi

TFA 2019
TFA 2019
/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo