NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Mercoledì, 05 Febbraio 2014 15:26

Più di 250 pubblicazioni nella nuova libreria virtuale del Getty

Veronica D'Ortenzio

getty virtual-libraryA fine gennaio James Cuno, presidente della J. Paul Getty Trust ha recentemente annunciato sul blog del Getty che per festeggiare i 45 anni della Getty Publications saranno consultabili on line circa 250 volumi nell'ambito dell'arte e della conservazione. Ecco il suo post.

“Quando la scorsa estate lanciammo il programma Open Content in occasione del quale realizzammo 4660 immagini da collezione (numero che da allora è stato più che raddoppiato), citai la più recente edizioni per musei del NMC Horizon Report: “C’è ora la dimostrazione da parte delle istituzioni mondiali, nonché la responsabilità sociale, di voler sviluppare e condividere liberamente le risorse culturali e dell’educazione.” Questa affermazione continua ad alimentare gli sforzi qui al Getty e oggi sono molto soddisfatto di condividere con voi il nostro ultimo progetto in questo ambito, la biblioteca virtuale: un archivio aperto e libero di più di 250 pubblicazioni del Getty, provenienti dai nostri 45 anni di storia, disponibili con una scansione ad alta qualità da leggere online o da scaricare liberamente per intero. Sarò sfacciatamente fazioso riguardo il lavoro che facciamo al Getty, ma credo che troverete straordinari i titoli proposti, resi ancora più straordinari dal fatto che ora sono ad un click da voi!

Per farvi un esempio, nel 2004, il Getty presentò la prima mostra sulle bellissime nature morte ad acquerello di Cezanne. Il catalogo pubblicato in occasione di quella mostra venne scritto dalla ricercatrice Carol Armstrong ed è un esame commovente della più sottile e luminosa fra le tecniche artistiche e fra i generi espressivi: ora è consultabile liberamente nella biblioteca virtuale.

Per non menzionare libri riguardo importanti progetti di conservazione diffusi in tutto il mondo, come i dipinti murali della tomba di Nefertari in Egitto, gli antichi siti lungo la via della Seta e gli storici monumenti di mattoni in argilla soggetti a terremoti proprio nella nostra California del Sud.

I libri della biblioteca virtuale provengono da tre programmi del Getty: l’Istituto di Conservazione del Getty, l’Istituto di ricerca del Getty e il Museo J. Paul Getty. I più di 250 volumi che vengono offerti qui oggi, e i molti più che continueranno ad essere aggiunti in futuro, rappresentano una significativa porzione della nostra lista di pubblicazioni. Eppure, essi sono appena una parte modesta di quella che sta diventando un’importante biblioteca direttamente collegata alla rete, diffusa attraverso molteplici istituzioni e che abbraccia migliaia di anni di conoscenza sulla storia dell’arte. Inoltre, la nostra biblioteca virtuale orgogliosamente si unisce a quelle già create del museo d’arte del Metropolitan, del Guggenheim, del Lamca e da altri musei e gallerie. Speriamo che consulterete tutti questi testi e che vi potranno essere utili. I libri che teniamo sono tesori significativi per tutti e ora è più facile che mai per tutti accedervi e goderne".

 

Fonte: Getty

 

Ultima modifica il Giovedì, 12 Febbraio 2015 17:34

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo