NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Giovedì, 27 Novembre 2014 10:30

OCOVA: tecnologie per la valorizzazione dell'area Alpi-Mediterraneo

ocova-logoOCOVA AlpMedNet (Oggetti COmunicanti e VAlorizzazione ALPi-MEDiterraneo NETwork) è un progetto europeo innovativo per l’area Alpi-Mediterraneo: Hautes-Alpes, Piemonte e Liguria.


Il Progetto è gestito dalla Fondazione Torino Wireless, il Dipartimento di Ingegneria Navale, Elettrica, Elettronica e delle Telecomunicazioni (DITEN) dell’Università di Genova e il parco tecnologico MICROPOLIS.

OCOVA ha l’obiettivo il creare valore aggiunto per la Regione Alpi-Mediterraneo, favorendo lo sviluppo dell’innovazione, il partenariato tra gli attori, la messa in relazione dei bisogni degli utilizzatori, delle amministrazioni e dei singoli utenti con le offerte degli sviluppatori di soluzioni ICT basate su oggetti comunicanti e servizi mobile. Si vogliono promuovere servizi legati alle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione orientati al consumatore finale, sostenendo e promuovendo le imprese innovative italiane e francesi dei tre territori dell’area Alpi-Mediterraneo.


Le tematiche sulle quali operano in modo prioritario imprese e amministrazioni partecipanti al Progetto OCOVA sono: lo sviluppo delle potenzialità turistiche e del patrimonio culturale attraverso nuovi mezzi di comunicazione (come realtà aumentata, realtà virtuale, applicazioni multimediali e mobile, internet mobile e social network), dei servizi alle persone e alle amministrazioni, per rafforzare il legame tra la PA e gli abitanti, il monitoraggio e la gestione ambientale di acqua, energia, rifiuti, rischi naturali e industriali con tecnologie come RFID, reti di sensori, applicazioni di misura remote e machine to machine, le nuove modalità di trasporto e di infomobilità (trasporto pubblico, car pooling …).


OCOVA AlpMedNet mira a creare una rete sinergica tra le eccellenze specifiche delle tre macroregioni interessate:
– Hautes-Alpes, con le attività dei poli SCS (Solutions Communicantes Sécurisées) e Minalogic. SCS PACA lavora, infatti, negli ambiti microelettronica, telecomunicazioni, software e multimedia. Rhone-Alpes è invece specializzata nel Minalogic (micro-nano tecnologie).
– Piemonte, con l’eccellenza del Distretto Tecnologico Piemontese in ambito ICT e di Torino Wireless.
– Liguria, grazie all’apporto di competenze dell’Università degli Studi di Genova, con il cluster SIIT (Sistemi Intelligenti Integrati Tecnologie: ICT e automazione).


Per raggiungere i suoi obiettivi, il Progetto OCOVA si avvale di quattro strumenti chiave:
3 forum annuali nelle Hautes-Alpes, in Piemonte e in Liguria, che riuniscono la grande industria, le PMI innovative, i laboratori di ricerca, gli Enti Pubblici, le scuole e gli utenti finali attorno alle evoluzioni dei servizi, dei mercati e delle tecnologie.
– Uno spazio di dimostrazione, di scambio e di formazione per fare conoscere e promuovere i servizi digitali, le applicazioni internet e mobili e i loro utilizzi.
– Una piattaforma B2B per mettere in relazione gli attori, facilitare le collaborazioni e il trasferimento ricerca/tecnologia.
– Sviluppi di progetti pilota sui territori.


I Forum sono il momento clou del progetto poiché permettono di offrirne massima visibilità, di fare il punto sullo stato dell’arte e di includere sempre nuove realtà. Inoltre, è il momento in cui le progettualità vengono presentate anche ai cittadini, rendendoli consapevoli delle eccellenze territoriali a loro disposizione. Con i Living Lab, spazi a disposizione delle aziende per presentare i progetti innovativi in sviluppo, e i momenti di Networking in cui chiunque abbia un’idea innovativa può presentarsi alle aziende OCOVA, il Progetto offre opportunità reali alla crescita e all’occupazione. Infine, tutte le azioni e i momenti salienti del Forum vengono messi online a disposizione permanente dei soggetti coinvolti.

 

 

L'edizione 2014 del Forum si svolgerà ad Ivrea 2014 il 2 e 3 dicembre 2014.  Il Forum OCOVA è il luogo di incontro dell’eccellenza dell’industria digitale in tutte le sue declinazioni: dai digital media per la valorizzazione dei beni culturali al marketing turistico-territoriale, da e-Learning e Open Data a Serious gaming passando per crossmedia storytelling infotainment e social interaction.

Due giornate di confronto in cui i player che forniscono soluzioni ICT (PMI, start-up, grandi imprese, laboratori di ricerca) e gli utilizzatori finali (grandi clienti, pubblica amministrazione, collettività) potranno approfondire nuovi scenari di produzione e diffusione di contenuti culturali attraverso le piattaforme digitali e sviluppare modelli di business innovativi per la promozione del territorio.

IlForum è organizzato in Conveferenze e Workshop, Expo di prototipo e prodotti innovativi, Sessione B2B. 
Il Forum è anche un’area demo, dove imprese italiane e francesi espongono progetti e prototipi di soluzioni ICT utili al territorio. Ampio spazio sarà dedicato agli elevator pitch e agli appuntamenti B2B grazie ai quali imprese e pubbliche amministrazioni potranno trovare partnership e potenziali utilizzatori delle loro soluzioni.

Un’altra sessione del forum sarà dedicata alle scuole e al coinvolgimento dei giovani del territorio, mentre proseguiranno l’esposizione dei prototipi e dei dimostratori tecnologici e gli incontri B2B.

 

 

Programma

 

Martedì 2 dicembre, dalle 9.30 alle 20.30
Officina H, Via Montenavale 1 (Ivrea)
Durante la giornata, aperta a tutti, si svolgerà una conferenza dove verrà presentato il progetto OCOVA e si esploreranno i temi di interesse per imprese e pubbliche amministrazioni che riguardano l’industria digitale in tutte le sue declinazioni: dai digital media per la valorizzazione dei beni culturali al marketing turistico-territoriale, da e-Learning e Open Data a Serious gaming passando per crossmedia storytelling infotainment e social interaction.
In parallelo alla conferenza sarà allestita un’area demo, dove imprese italiane e francesi esporranno progetti e prototipi di soluzioni ICT utili al nostro territorio.

Giornata dedicata a imprese e P.A.
9.00 – Accoglienza dei partecipanti
9.30 – Saluti di benvenuto
Carlo Della Pepa, Sindaco di Ivrea
9.35 – Progetto OCOVA AlpMedNet: risultati e prospettive
Cristina Colucci, Fondazione Torino Wireless
Daniele Caviglia, Università di Genova
Yann Bidault, YB Solutions

9:45 – Workshop “Tecnologie per l’innovazione turistica e la valorizzazione dei beni culturali
KEYNOTE SPEAKER
Patrimonio culturale e nuovi modelli di turismo: tendenze in atto e sfide per la valorizzazione dei territori
Damiano Aliprandi, Fondazione Fitzcarraldo
INTERVENTI

Ambienti digitali e tecnologie per un nuovo turismo
Gabriele Bastianelli, – Vitrociset
Robot a Corte: un’applicazione dell’open innovation in telecom italia
Marco Gaspardone, Joint Open Lab CRAB , Telecom Italia
Informazione culturale e storytelling: una storia europea
Mario Antonaci, Annoluce; Paolo Vanadia, Eventi@Milano

Turismo “augmented”: lo sviluppo passa dalla realtà aumentata
Andrea Caridi, Darts Engineering
Gianbattista Cattaneo, TIM S.p.A. (Telecom Group)
Il Gusto della Tecnologia
Anna Paganelli, Laser Informatica e Servizi

 

11:00 – Elevator pitch: i dimostratori in 120 secondi
11.15 – Coffee
11:45 – Workshop “Serious games come leva di sviluppo per l’industria digitale
Sessione organizzata in collaborazione con CSP Innovazione nelle ICT
KEYNOTE SPEAKER
Politiche di sviluppo dell’industria dei videogames in Europa
Eleonora Pantò, CSP Innovazione nelle ICT
INTERVENTI
Serious Games Society: traguardi raggiunti e prospettive future
Elisa Lavagnino, Antonie Rita Wiedemann, Università di Genova
Applied Games: case histories di successo
Manuela Martini, eMentor
Gamification e turismo smart
Lucia Pannese, i-Maginary

13:00 – Elevator pitch: i dimostratori in 120 secondi
13.15 – Lunch

14:15 – Workshop “Big e open data: la sfida della comunicazione
KEYNOTE SPEAKER
Open Data: dall’hype alla maturità (o al declino?)
Federico Morando, Nexa Center for Internet Society (Politecnico di Torino)
INTERVENTI
Ivrea Open: la sfida dei dati in Canavese
Enrico Capirone, Vicesindaco Comune di Ivrea
L’utilizzo della semantica nei Big Data
Giampiero Oggero, Incomedia
Mappathon e Storython: comunicare i dati con Piemonte Visual Contest
Fabio Malagnino, Consiglio Regionale del Piemonte; Marco Bussone, UNCEM
Integrazione degli Open Data nella pianificazione delle Smart City
Nicola Pisani, Colouree
Opportunità di finanziamento per le imprese: il FIWARE Accelerator Programme
Barbara Pralio, Fondazione Torino Wireless

15:45 – Elevator pitch: i dimostratori in 120 secondi
16.00 – Coffee

16:15 – Workshop “Crossmedia storytelling
KEYNOTE SPEAKER
Strumenti e metodi del digital storytelling. Dalle informazioni ai valori
Gabriella Taddeo, Politecnico di Torino
INTERVENTI
Come far comprare al cliente il tuo racconto
Lorenzo Zeppa, Xenia Creative Team
Storytelling B2B: Come cambia la narrazione fra micro target ed emerging media
Maurizio Audone Adverteaser
Creare emozione attorno alla descrizione di qualsiasi cosa
Alessio Giachin Ricca, Senior Consultant nell’area Marketing e Comunicazione

17:45 – Elevator pitch: i dimostratori in 120 secondi
18.00 – Conclusioni
18.15 – Assemblea Plenaria del Polo di Innovazione ICT

PARTECIPAZIONE APERTA
Saluti di benvenuto
Fabrizio Gea, Presidente Confindustria Canavese
Il Polo ICT: risultati e nuove opportunità per il 2015
Pasquale Marasco, Responsabile Polo ICT, Fondazione Torino Wireless:
Novità e prospettive per la progettualità finanziata: progetti R&D, studi di fattibilità, servizi
Inaugurazione delle nuove traiettorie tecnologiche del Polo ICT
Il Polo ICT è cresciuto del 30%: nuove competenze e opportunità progettuali con le imprese della creatività digitale e multimedialità
Progetto ProtoPro: Valorizzazione dei risultati di ricerca e accompagnamento di prototipi e dimostratori verso il mercato
Piano eventi 2015: accrescimento competenze e networking per gli aderenti
Comunicazione e attività promozionali per il 2015

19.15 – Cocktail buffet e visita agli stand

Mercoledì 3 dicembre dalle 9.30 alle 13.00
Officina H, Via Montenavale 1 (Ivrea)
La seconda giornata del forum vedrà nuovamente coinvolte le imprese, che attraverso la formula degli appuntamenti B2B, effettueranno incontri one-to-one con le altre imprese e le pubbliche amministrazioni per cercare partnership e potenziali utilizzatori delle loro soluzioni.
Intanto il forum sarà dedicato alle scuole e al coinvolgimento dei giovani del territorio, mentre continuerà l’esposizione dei prototipi e dei dimostratori tecnologici.

Apertura a scuole e cittadini
9.15 – Accoglienza partecipanti
9.30 – Introduzione lavori

9.45 Talk. Dall’idea all’impresa
Stefano Pisu, Fondazione Torino Wireless
Per fare impresa e diventare imprenditori ci vuole prima di tutto un’idea vincente su cosa produrre o su quale servizio offrire . Attraverso un percorso ricco di esempi e dialogando con i ragazzi arriveremo a comprendere e conoscere meglio cosa occorre fare per far sì che un progetto, il più possibile originale, si realizzi con successo.

10.15 Talk. Il data scientist: figura professionale del 21° secolo
Barbara Vecchi, Hopenly
Un po’ matematico, un po’ informatico. Deve conoscere la statistica, saper usare un foglio excel e aiutare l’azienda per la quale lavora a prevedere il futuro. Ha una vera passione per la gestione del dato e per il suo racconto. Cambiano i modelli di business delle aziende, così come si evolvono le loro politiche economiche e i mercati: lo ‘scienziato dei dati’ è una delle figure professionali più ricercate oggi negli Usa. E domani in Italia.

10.45 Talk. Il Fablab costruisce i makers di domani
Ettore Bartoccetti, Ugo Avalle, FabLab Ivrea
Vera e propria officina artigianale digitale, un FabLab offre a chiunque abbia il desiderio di rendere reale un’idea, un progetto, un’invenzione, l’accesso a macchinari e strumentazioni innovative in un contesto dove scambiare esperienze e competenze. Nei FabLab si incontrano i cosiddetti Makers, gli “artigiani tecnologici”, che anche senza avere conoscenze tecniche approfondite utilizzano software, stampanti 3D e le più disparate tecnologie elettroniche per progettare e creare prodotti innovativi e personalizzati.

11.15 Talk. Walking Stories: costruire territori utilizzando diverse piattaforme narrative
Flavio Stroppini, Scuola Holden
Cosa è il viaggio? Come lo posso raccontare? Fotografie narrative che possono essere scritte, sonore o visive. Penso ad una mappa, su di un tavolo: un nuovo mondo da conoscere, una geografia da rendere propria per poi raccontarla. In ogni luogo c’è una storia, un mondo diverso e simile al nostro. Così racconto, attraversando i paesi con i mezzi pubblici. Attraversando le frontiere a piedi, perdendomi. Questi progetti diventano narrazione: reportage, romanzo, radiodramma, documentario e teatro. Ogni storia è seguire un fiume, un’idea, un nuovo percorso. E quando da qualche parte mi chiedono se sono in fuga mi accorgo di volere tornare a casa, a raccontare.

11.45 Visita all’ area demo con esposizione e dimostrazione di prototipi e prodotti tecnologici
12:30 Conclusione

 

Fonte: OCOVA (www.ocova.eu)

 

Ultima modifica il Giovedì, 12 Febbraio 2015 17:35

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo