NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

itzh-CNenfrdejaptrues

Istella, un nuovo motore di ricerca per la cultura

istellaIdeato da Tiscali Istella "si propone di diventare il motore di ricerca per il web italiano"  in particolare per la cultura italiana, "dando a tutti la possibilità di cercare, contribuire e condividere". Si tratta di un progetto dedicato alla digitalizzazione della cultura italiana mediante l'indicizzazione di enciclopedie, archivi, collezioni e cataloghi del Ministero per i Beni Culturali, gli enti e i giornali e i contenuti proposti dagli utenti, funzionando anche da social network. Istella si propone quindi come un'ulteriore possibilità per valorizzare il patrimonio culturale italiano.

All'interno di Istella è possibile cercare nel web italiano, negli archivi storici di fondazioni, quotidiani nazionali e associazioni e nel "sapere comune" italiano, ovvero i contenuti resi pubblici dagli utenti. E' quindi possibile contribuire con il proprio archivio personale e condividere con altri utenti i diversi contenuti digitali (documenti, immagini, video, audio) e bookmarks. I dati geolocalizzati sono visualizzabili su una mappa. 

Il progetto è stato portato avanti grazie alla collaborazione con Blom CGR (Compagnia Generale Riprese aeree), l'Agenzia Stampa LaPresse, la Guida Monaci, l'Istituto Treccani,  l'Icar- San (Istituto Centrale per gli Archivi del Ministero dei Beni Culturali), l'ICCU (Istituto Centrale per il Catalogo Unico del MiBAC), Tra i partner tecnici il CNR, l'Università di Pisa, l'Internet Memory Foundation e  Dell. 

 

Vista il sito: www.istella.it

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.

Abbonatevi CLICCANDO QUI  


CHNT
CHNT
/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo