NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Tecnologie aerospaziali e difesa dei beni culturali. Workshop ASI e MiBACT a Roma

I Beni Culturali rappresentano per il nostro Paese una straordinaria ricchezza da tutelare e salvaguardare, anche attraverso un più coraggioso utilizzo delle tecnologie innovative. Lo scopo del workshop è di favorire il confronto tra operatori del mondo dei Beni Culturali e delle Tecnologie Spaziali - due settori in cui l’Italia detiene una consolidata posizione di riferimento - per evidenziare le potenzialità ed i vantaggi che tale sinergia sarà in grado di apportare per una migliore conservazione, valorizzazione e fruizione del patrimonio artistico e per una più forte presenza del Sistema Nazionale negli scenari europei e internazionali.

Il workshop Tecnologie Applicative e servizi AeroSpaziali a supporto del Patrimonio Culturale si terrà a Roma nella sala del Consiglio Nazionale dei Beni Culturali presso il Collegio Romano il prossimo 15 settembre. É promosso da ASI e MIBACT e realizzato con la collaborazione di ASAS e ISCR.
Il sito di Villa Adriana sarà richiamato durante il workshop come caso “pilota”. Il territorio del Comune di Tivoli e l’Area Archeologica di Villa Adriana sono infatti il tema di studio centrale del progetto VIDEOR presentato da NAIS Lazio e ISCR, finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico, che prevede l’integrazione dei dati satellitari con i dati in situ per la valutazione del risk assessment.
Agenda dei lavori e procedura di iscrizione saranno disponibili a breve sul sito dell'ISCR.

Fonte: ISCR
Foto: immagini satellitari del sito di Villa Adriana presso Tivoli (Roma) tratte da Google Earth, ISCR

 

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo