NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Mercoledì, 12 Giugno 2013 09:37

La Carta Archeologica Subacquea della Puglia meridionale. Il sistema informativo territoriale in rete

archeo subacquea pugliaSarà presentato martedì 18 giugno 2013 alle ore 18.00 presso l'Open Space di Palazzo Carafa in piazza S.Oronzo a Lecce, il progetto "La carta Archeologica Subacquea della Puglia meridionale. Il sistema informativo territoriale in rete".

Sviluppato su piattaforma ArcGIS (www.arcgis.com) con il supporto di ESRI Italia, partner del progetto, il Dipartimento Beni Culturali dell'Università del Salento, il contributo del CUIS (Consorzio Universitrio Interprovinciale Salentino) e di concerto con gli Organi di Tutela e il Ministero per i Beni e le Attvità Culturali la versione informativa della Forma Maris Antiqui è costituita da circa 650 ritrovamenti archeologici e subacquei, tra relitti, relitti ipotetici, aree di frammenti fittili, ritrovamenti isolati, strutture, individuati lungo la costa della Puglia meridionale. 

Saranno presenti: Angela Barbanent, Vicepresidente e Assessore ai Beni Culturali della Regione Puglia, Antonio Gabellone, Presidente della Provincia di Lecce e Presidente del CUIS, Luigi la Rocca, Soprintendente per i Beni Archeologici della Puglia, Giuliano Volpe, Rettore dell'Università di Foggia, Mario Lombardo, Direttore del Dipartimento di Beni Culturali dell'Università del Salento, Piero Coffaro, Esri Italia Spa, Paolo Gull, Docente di metodologia e tecnica della ricerca archeologica all'Univesità del Salento, Rita Auriemma, Docente di archeologia subacquea all'Università del Salento, Angelo Cosso, Archeologo subacqueo all'Università del Salento.  

Scarica la locandina

 

Fonte: ANA

Foto: Subaqva

 

Ultima modifica il Giovedì, 12 Febbraio 2015 17:33

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo