NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Giornata di Studi sulla conservazione dei materiali lapidei all’aperto

materiali lapidei_25febbraioLa Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio del Politecnico di Milano in collaborazione con il Comune di Verona organizza per martedì 25 febbraio 2014 una Giornata di Studi sul tema "La conservazione dei materiali lapidei all’aperto -  Il monitoraggio del clima e la misura dello stress termico".


L'evento si terrà a Verona presso il Museo di Castelvecchio, Sala Boggian a partire dalle ore 9.30.

Programma

9.30 Presentazione

Paola Marini
Direttrice dei Musei d’Arte e Monumenti, Comune di Verona
Sergio Menon
Dirigente settore Edilizia Monumentale, Comune di Verona
Alberto Grimoldi
Direttore della SSBAP, Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio,
Politecnico di Milano

10.00 La statua equestre di Cangrande della Scala

Paola Marini, Alba Di Lieto (Musei d’Arte e Monumenti, Comune di Verona)
Sostenibilità della museografia di Carlo Scarpa

Carlo Cacace (Istituto Centrale per la conservazione e il Restauro ICCR)
Il monitoraggio: progetto, strumenti, risultati

10:50 - 11:10 pausa caffè

ore 11.10 La "cavea" dell’Arena di Verona

Sergio Menon (Edilizia Monumentale, Comune di Verona)
La conservazione del monumento e la manutenzione di un “tetto” praticabile

Davide Del Curto, Luca Valisi, Marco Cofani (Laboratorio di analisi e Diagnostica del Costruito, DAStU, Politecnico di
Milano)
La questione dell’umidità: il monitoraggio del clima e la manutenzione dei giunti di malta tra i gradoni


ore 12.00 Un confronto fra climi e pietre calcaree

Dario Camuffo (CNR-ISAC, Padova)
Agenti atmosferici e il degrado della Torre di Pisa

ore 12.30 - 14.00 Discussione e conclusioni

14:00 - 15:00 pausa pranzo

ore 15.00 - 17.00 Sopralluoghi

 

Brochure con il Programma compelto

 

Fonte: Poliecnico di Milano

 

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo