NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Venerdì, 14 Marzo 2014 09:33

Edifici Storici: nuove tecnologie per il risparmio energetico

edifici-storici-risparmio-energeticoSabato 22 Marzo presso l'Auditorio del MAXXI, Via Guido Reni, 4/A a Roma si terrà il Convegno “Edifici Storici. Restauro e Risparmio Energetico: Nuove Tecnologie per Nuove Prospettive“, organizzato dall’A.D.S.I. Lazio Giovani in collaborazione con il Dipartimento di Architettura del MAXXI e in collaborazione con il MIBACT-PABAAC Servizio Architettura Contemporanea.
L'evento nasce come momento di dibattito tra proprietari di dimore storiche, architetti, ingegneri e tecnici del settore energetico e amministrazioni sugli interventi possibili negli edifici storici e l'integrazione delle energie rinnovabili.

"Un argomento questo - scrive Anna D'amelio Carone, dell'Associazione Domore Storiche Italiane - particolarmente importante in un momento in cui la riduzione del consumo di energia negli edifici è una priorità nell’ambito degli obiettivi «20-20-20» in materia di efficienza energetica, imposta dalla Comunità Europea per un patrimonio edilizio ancora responsabile del consumo del 40% dell’energia disponibile. La Direttiva 2010/31/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 19 maggio 2010, impone a tutti gli stati membri di fissare i requisiti minimi di prestazione energetica secondo le tipologie edilizie. Tendenzialmente anche per gli edifici oggetto di importanti ristrutturazioni, l’obiettivo è quello di renderli completamente autosufficienti e quindi a zero emissioni entro il 2018.
Per gli edifici storici vincolati, la definizione dei requisiti, dei parametri e la scadenza degli obiettivi d’intervento da rispettare, risultano essere ancora oggi molto incerti se non addirittura contraddittori.
In funzione di questo importante impegno da rispettare, il convegno vuole facilitare l’apertura di un dialogo fra tutti i soggetti coinvolti in questa impresa: il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, le amministrazioni competenti, gli architetti specializzati, l’industria del settore e gli associati A.D.S.I., che per primi hanno sperimentato questi tipi di interventi".
In occasione del convegno verrà anche anticipato l’indice e illustrata la metodologia seguita nella stesura delle “Linee Guida per l’uso efficiente dell’energia nel patrimonio culturale”, redatte dal Ministero dei Beni e Attività Culturali, in via di prossima pubblicazione.

Scarica l'invito

Fonte: ADSI

Ultima modifica il Giovedì, 12 Febbraio 2015 17:34

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo