NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Dal Louvre al CETMA per il progetto di formazione ITACHA

 

itacha logoIl Progetto IT@CHA Formazione CETMA ospita una docente d’eccezione: la dottoressa Claire Pacheco, direttrice del Laboratorio AGLAE del Louvre Nell’ambito del progetto di formazione ITACHA, finanziato dal Programma PON Ricerca e Competitività 2007-2013 e gestito dal CETMA e dall’Università del Salento, dal 21 al 23 gennaio 2014, si terrà un ciclo di lezioni dedicate al settore scientifico delle tecniche di datazione e caratterizzazione composizionale di reperti archeologici.

Le lezioni saranno svolte da un docente di grande rilievo, la dottoressa Claire Pacheco, responsabile scientifica del Laboratorio AGLAE (del Centro di Ricerca e Restauro dei Musei di Francia che ha sede al Museo del Louvre). La dottoressa Pacheco è inoltre coordinatrice di progetti europei finalizzati ad attività di ricerca sull’uso di fasci ionici in archeologia. La presenza al CETMA della dottoressa Pacheco permetterà ai partecipanti al corso di formazione ITACHA, non solo di acquisire competenze avanzate sulle tecniche di datazione di reperti archeologici, ma anche di avere un quadro dello stato di sviluppo in Europa della ricerca nei Beni Culturali, che rappresentano una delle principali risorse per il nostro paese ed in particolare per le Regioni del Sud anche in termini di nuova occupazione.

Le lezioni sono rivolte solo ai formandi del corso.

 

Fonte: Cetma

 

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo