NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

III Scuola di Spettroscopia Infrarossa per i Beni Culturali

Il Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale" organizza la terza edizione della Scuola di Spettroscopia Infrarossa applicata alla diagnostica dei Beni Culturali. Quest'anno la scuola si svolgerà dal 27 al 30 ottobre 2014 mediante lezioni teoriche e dimostrazioni pratiche.

La scuola si propone di fornire ai partecipanti gli strumenti necessari ad un utilizzo efficace della spettroscopia infrarossa applicata alla diagnostica dei Beni Culturali. Il corso è rivolto agli interessati ad approfondire le conoscenze sulla spettroscopia infrarossa in trasformata di Fourier, in particolare nella sua applicazione ai Beni Culturali. Partendo dall’interpretazione degli spettri dei materiali più utilizzati nelle opere d’arte (antiche, moderne e contemporanee) si arriverà alle tecniche di campionamento e alla scelta delle metodologie più consone in funzione del materiale da analizzare e delle risposte analitiche attese. Uno dei temi della scuola sarà la generazione di immagini spettrali e la loro rappresentazione. Sarà inoltre introdotta un’applicazione di Imaging Iperspettrale nel medio IR a grande distanza.

Per una maggiore interattività nelle sessioni pratiche e per una migliore efficacia della scuola, il numero di partecipanti è limitato a 20. Si terrà conto dell’ordine di iscrizione. Le schede di iscrizione devono pervenire alla Segreteria organizzativa entro il 26 Settembre 2014.

La scuola è organizzata grazie al supporto tecnico della Bruker Italia Srl e con il patrocinio della Divisione di Chimica dell'Ambiente e dei Beni Culturali della Società Chimica Italiana.

 

SCARICA IL PROGRAMMA

 

Fonte: Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale"

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo