NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

itzh-CNenfrdejaptrues
Scuola di Spettroscopia Infrarossa e Raman nei Beni Culturali

Scuola di Spettroscopia Infrarossa e Raman nei Beni Culturali

La Scuola di Spettroscopia Infrarossa e Raman per Applicazioni nei Beni Culturali, giunta alla XI edizione, si rinnova nel programma e nelle modalità di erogazione. Le lezioni, in lingua italiana, saranno tenute da esperti di CCR, Università degli Studi di Torino, di ISPC-CNR e del Laboratorio Arvedi di Diagnostica Non-Invasiva dell’Università di Pavia. È richiesta una conoscenza di base nel campo della diagnostica e dei materiali utilizzati nei beni culturali. 

Il corso si compone di due moduli. Il primo modulo, online nei giorni 15-17 novembre, sarà dedicato a lezioni teoriche e presentazione di casi studio. Il secondo modulo si svolgerà in presenza presso il Centro Conservazione e Restauro (CCR) “La Venaria Reale” dal 22 al 24 novembre e sarà articolato in una serie di esercitazioni pratiche su acquisizione, elaborazione ed interpretazione dei dati. 

Obiettivi

  • Fornire conoscenze di base sui principi teorici delle tecniche in esame
  • Presentare una panoramica dello stato dell’arte e delle possibili applicazioni
  • Trasmettere competenze nell’acquisizione ed elaborazione dei dati
  • Condividere strumenti per l’interpretazione dei dati

Per maggiori informazioni clicca qui 

CCR Digital Lab


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.archeomatica.it/3rry

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.

Abbonatevi CLICCANDO QUI  


/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo