NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Lunedì, 09 Luglio 2012 16:14

Un supporto tecnologico per l'Arca di San Giovanni Battista

Redazione Archeomatica

Il centro di ricerca ENEA ha recentemente messo a punto un supporto tecnologico per l'antica Arca di San Giovanni Battista di Genova con le ceneri del santo.

A causa della fragilità dell'opera ed evitare urti ed ondeggiamenti il rito processionale non veniva più realizzato da alcuni anni. Per questo motivo è stato studiato un nuovo supporto che permette di assorbire urti e vibrazioni proteggendo l'opera durante il suo trasporto.

L'arca di San Giovanni Battista è un'opera di alto artigianato: ha l'aspetto di una piccola cattedrale ricamente decorata e poggia su una base di legno ed è stata recentemente sottoposta  ad  interventi di restauro per conservare le decorazioni ad oreficeria.

 

Essa è stata dotata anche di speciali dispositivi anti-shock installati al di sotto della base. Il supporto in fibra di carbonio è stato progettato dall'ENEA i cui ricercatori hanno studiato, mediante simulazioni in laboratorio, le sollecitazioni a cui è sottoposto il manufatto durante il percorso processionale.   

Il sistema consente il monitoraggio continuo dell'Arca e ne registrano l'assetto, le vibrazioni, gli shock di qualsiasi tipo, nonché i dati relativi a temperatura ed umidità.

Il progetto di realizzazione del dispositivo nasce da un Protocollo d'intesa sottoscritto da ENEA, Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Liguria, Arcidiocesi di Genova e Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Liguria.

A questo link il video realizzato da Enea: 

(Fonte: Enea)

 

Ultima modifica il Giovedì, 12 Febbraio 2015 17:32

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo