NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Venerdì, 28 Ottobre 2011 01:00

Un nuovo metodo per la datazione della seta

antico tessuto cinese in setaDa diversi millenni i cinesi hanno lavorato la preziosa fibra ottenendo sontuosi vestiti, tappeti nonché opere d'arte dipinte su tale supporto. Per la prima volta alcuni scienziati dello Smithsonian Museum Conservation Institute hanno sviluppato un metodo rapido e affidabile per datare la seta.

La tecnica é basata sulla Elettroforesi Capillare con Spettrometria di Massa (CE-MS) ed ha un grande potenziale per l'autenticazione e la datazione di oggetti di seta del Museo di Washington e di altri musei.

 

La metodica sfrutta il degrado naturale degli amminoacidi della seta (racemizzazione) per determinare la sua età. Col passare del tempo, infatti l'abbondanza degli aminoacidi L costituenti la proteina della seta diminuisce così che l'abbondanza degli amminoacidi D, associati al deterioramento della sete, aumenta.

Le creature viventi, infatti, costruiscono delle proteine utilizzando degli aminoacidi specifici comunemente chiamati sinistrorsi (di tipo L). Quando però un animale muore non può più sostituire tali aminoacidi e allora la proteina si degrada e gli amminoacidi si trasformano in destrorsi (di tipo D)

La misura del rapporto tra questi due tipi di amminoacidi risulta quindi un utile orologio scientifico che permette di rivelare l'età del campione di seta. Se le condizioni ambientali sono abbastanza costanti, come quelle di un ambiente museale, allora é chiaro che  il processo di decomposizione della seta é uniforme ed il metodo di datazione affidabile.

La stessa metodologia é stata utilizzata per anni in ambito archeoantropologico per datare ossa e denti ma le tecniche utilizzate necessitavano campionamenti importanti, cosa difficile da ottenere per oggetti in seta.

Lo studio é stato portato avanti da Mehdi Moini  che ha presentato i risultati dei suoi studi con una pubblicazione sulla rivista Analytical Chemistry dal titolo "Dating silk by Capillary Electrophoresis Mass Spectrometry. Lo scienziato ha analizzato diversi tipi di campioni di seta provenienti dalle collezioni del Metropolitan Museum of Art di New York, e dal Kunsthistorisches Museum di Vienna nonché da altri musei americani.

La nuova tecnologia prevede circa 20 minuti di analisi ed un campione di circa 100 microgrammi, nettamente inferiore alla quantità necessaria per la datazione al carbonio 14.

 

Foto: Tessuto cinese di seta del periodo 475-221 d.C. del Metropolitan Museum of Art di New York

Fonte: http://smithsonianscience.org

Ultima modifica il Giovedì, 12 Febbraio 2015 17:32

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo