NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Martedì, 17 Maggio 2011 12:38

Tesori in un palmo di mano

Il progetto è stato presentato a Roma presso la Camera di Commercio nella Sala del Tempio di Adriano. Composto da 12 percorsi da scoprire lungo 13 Vie Consolari romane e tutte le informazioni disponibili su iPhone e sito internet (www.tesorintornoroma.it), si chiama “Tesori in un palmo di mano. Luoghi da scoprire lungo le Vie Consolari romane” il progetto promosso dall’Associazione Civita e realizzato con il sostegno della Camera di Commercio di Roma ed il Patrocinio della Provincia di Roma, per contribuire alla valorizzazione e alla promozione del territorio della Provincia di Roma.

Si tratta di 12 itinerari di visita lungo le principali 13 Vie Consolari romane per cui Civita ha censito oltre 180 beni, tra centri abitati (43), beni storico-artistici (oltre 70: musei, chiese, santuari, palazzi, castelli, torri, forti), beni archeologici (oltre 50: musei e aree archeologiche, singoli monumenti) e beni paesaggistici (8 tra parchi, aree naturalistiche e riserve). Lungo gli itinerari sono stati rilevati anche “tesori” appartenenti al Patrimonio Mondiale UNESCO (Villa Adriana e Villa d’Este entrambe a Tivoli e le necropoli etrusche di Cerveteri).

Le Vie Consolari censite su cui si sono definiti i 12 itinerari culturali e turistici sono: Flaminia, Cassia, Claudia Braccianese, Aurelia, Portuense, Salaria, Ardeatina, Appia, Latina, Prenestina, Tiburtina, Nomentana, Severiana.
Il progetto ha previsto la realizzazione del volume “Tesori lungo le Vie Consolari romane. Storia, arte e paesaggio nella Provincia di Roma”, del sito web “Tesori intorno a Roma” (www.tesorintornoroma.it), in italiano, inglese e tedesco, e dell’applicazione iPhone “Tesori in un palmo di mano”, in italiano e in inglese, scaricabile gratuitamente da AppStore. L’impiego delle nuove tecnologie è volto, quindi, a favorire l’approccio alla visita e alla conoscenza dei luoghi ad un numero più ampio possibile di utenti.

I tre prodotti realizzati offrono testi descrittivi, un ricchissimo apparato iconografico (nel portale sono presenti circa 200 fotografie) e, con particolare riferimento agli strumenti tecnologici, la possibilità di visualizzare video (12 video in doppia lingua, italiano e inglese, uno per ciascun itinerario), utilizzare mappe e funzioni interattive utili all’utente per progettare una visita, inviare contributi multimediali (immagini, video, ecc.), lasciare o condividere commenti e segnalazioni, oltre alle possibilità di condivisione tramite i più noti social network quali Facebook e Twitter. Inoltre, nell’ambito del progetto, oltre all’attività di valorizzazione, viene sviluppata anche un’azione di sostegno alle imprese con lo scopo di promuovere un modello di sviluppo imperniato sia sulle risorse culturali che a sostegno delle imprese della filiera. Il sito web e l’applicazione iPhone offrono, a tal fine, informazioni relative ai prodotti tipici e alle aziende produttrici, alle strutture ricettive e alla ristorazione, grazie anche alla collaborazione avviatasi tra Associazione Civita, Provinciattiva S.p.A. (Agenzia della Provincia di Roma) con il portale “Roma&Più” e l’Azienda Romana Mercati (Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma per lo sviluppo e la gestione del sistema agroalimentare e la gestione della Borsa Merci) con il portale “Romaincampagna.it”.

La Provincia di Roma, infatti, è un’area con una forte vocazione culturale, con un ricchissimo patrimonio architettonico, storico e artistico costituito da musei, pinacoteche e siti archeologici, veri e propri tesori, spesso nascosti, che si distribuiscono in larga parte lungo le antiche Vie Consolari romane che dalla città conducevano al resto della penisola. Molti dei centri abitati che si incontrano lungo queste Vie rappresentano veri e propri gioielli incastonati in paesaggi straordinari e al centro di parchi naturali, o in contesti ambientali unici, come i comuni ubicati nella zona dei Castelli Romani o intorno al lago di Bracciano, o lungo la costa tirrenica. Il patrimonio culturale è costituito in primo luogo dalle stesse cittadine, autentiche “perle” che derivano da antichi insediamenti romani e la cui attuale conformazione risale al medioevo e al rinascimento, con architetture e monumenti meravigliosi. Ma il territorio è ricco anche di produzioni eno-gastronomiche importanti con produttori che puntano sulla qualità e la tradizione.

Il territorio della Provincia di Roma risente dell’importanza culturale della capitale che attrae milioni di visitatori. L’effetto ha una duplice valenza: da un lato Roma assorbe il turismo in maniera dominante, dall’altro offre una opportunità al territorio provinciale di attirare questi visitatori oltre l’area urbana, in particolare gli stranieri. Secondo le ultime rilevazioni Istat, infatti, oltre la metà delle presenze turistiche annue registrate nella Provincia di Roma (incluso il Capoluogo) è costituito da stranieri; la componente più significativa, risulta essere quella tedesca (con 1.950.000 presenze ed una presenza media sul territorio di circa 4 giorni), seguita da quella britannica (con 1.880.000 presenze ed una permanenza media di circa 3 giorni) e spagnola (con 1.600.000 presenze).

Il progetto Tesori in un palmo di mano rappresenta un invito al “viaggiare lento”, al “vivere” la cultura con attenzione, curiosità e gusto dell’esplorazione. D’altra parte, l’impegno di Civita nella promozione del nostro patrimonio culturale è da sempre mosso dalla profonda consapevolezza che l’Italia sia davvero quel “museo diffuso a cielo aperto” di cui in molti hanno scritto, a cominciare dai grandi viaggiatori del XVIII e XIX secolo, spesso collocato in un contesto paesaggistico e naturale straordinario.

Su queste basi la Camera di Commercio di Roma ha proposto una prosecuzione dei lavori che, nel corso del 2011, porterà ad un’implementazione dei contenuti, che verranno tradotti in 5 lingue, dei prodotti realizzati, con particolare riferimento all’artigianato artistico e ai percorsi alternativi per il turismo “slow”, oltre ad una redazione coordinata e ad uno scambio di dati con i portali istituzionali di Provinciattiva www.romaepiu.it e Azienda Romana Mercati www.romaincampagna.it.

(Fonte: CIVITA)

{linkr:bookmarks;size:small;text:nn;separator:+;badges:19,20,22,23,24,28}

{linkr:related;keywords:iphone;limit:5;title:Related+Articles}

Ultima modifica il Giovedì, 12 Febbraio 2015 17:32

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo