NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Lunedì, 18 Febbraio 2013 11:24

Scienza e tecnologia per il patrimonio culturale, l'eccellenza italiana in mostra a Tokyo

Redazione Archeomatica

italia del futuroL'Istituto Italiano di Cultura in Tokyo in collaborazione con il Consiglio Nazionale delle Ricerche, l'Istituto Italiano di Tecnologia, l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e la Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, organizza a Tokyo dal 17 aprile al 17 maggio 2013 l'esposizione "Italia del Futuro", una mostra multimediale interattiva dedicata alle eccellenze italiane nella ricerca e innovazione tecnologica. La mostra è promossa dal Ministero degli affari Esteri e vuole presentare "il volto contemporaneo dell'Italia illustrando le più importanti innovazioni di cui il nostro Paese è oggi protagonista. Attraverso prototipi, esperimenti, video ed esibizioni interattive saranno illustrate alcune delle principali realizzazioni italiane nei seguenti settori: Robotica, Mare e Trasporti, Fisica del particelle Medicina e diagnostica, Nuovo Made in Italy, Beni Culturali e Restauro". Per l'occasione gli enti di ricerca che hanno contribuito alla realizzazione della mostra potranno avere momenti di scambio e approfondimento con le rispettive controparti giapponesi.

Si tratta di "un innovativo percorso espositivo che presenta una selezione di alcune delle più significative eccellenze scientifico-tecnologiche del nostro Paese. Un percorso che guarda al futuro per celebrare il passato, rileggendo l'eredità di secoli di ingegno in ogni campo dell'arte e del sapere attraverso le realtà oggi quotidianamente impegnate a costruire "l'Italia del futuro". Un'Italia dove il progredire della conoscenza diventa strumento per migliorare la qualità della vita dell'intera società". 

Il Ministero degli Affari Esteri "presenta così una collezione di esempi delle più importanti innovazioni di cui l'Italia è artefice e pioniera a livello internazionale che testimoniano il dinamismo e la capacità di rinnovarsi del nostro Paese, proiettato nel futuro, ma con radici in una cultura plurimillenaria. Robotica, fisica delle particelle, medicina, tecnologie di restauro e valorizzazione dei beni archeologici e culturali sono solo alcune delle discipline trattate all'interno del percorso interattivo, che offre al visitatore la possibilità di toccare e sperimentare con mano i più promettenti risultati della ricerca nazionale.

L'Italia possiede un patrimonio artistico unico al mondo: un'eredità che comporta un grande impegno per la sua conservazione. La scienza e le nuove tecnologie possono rivelarsi di grande aiuto per mantenere, restaurare, tutelare e valorizzare i beni artistici e culturali di cui disponiamo. 

 

italia futuro robot

 

Un'applicazione che negli ultimi anni ha riscontrato un crescente interesse è il 'Virtual Heritage', ovvero l'elaborazione virtuale di dipinti e opere. L'obiettivo è quello di documentare, interpretare e diffondere i principali beni culturali italiani, contribuendo anche ad estenderne la conoscenza attraverso musei virtuali ed ambienti avanzati di realtà multimediale. Applicazioni realizzate in questo senso dal Consiglio Nazionale delle Ricerche hanno ottenuto importanti riconoscimenti internazionali. 

Di fondamentale importanza è poi il ruolo che il Ministero degli Affari Esteri svolge a sostegno delle missioni archeologiche, antropologiche ed etnologiche italiane all'estero: un'attività che rappresenta al contempo un prezioso strumento di formazione per gli operatori locali e un'occasione di trasferimento di conoscenze e know-how in settori in cui l'Italia si colloca ad un livello di eccellenza internazionale. E' tramite queste missioni che il nostro Paese dimostra un concreto impegno a favore di un dialogo interculturale tra popoli e della realizzazione di politiche di sviluppo in paesi disagiati, in cui talvolta l'unica presenza culturale è proprio quella italiana". 

 

La sezione sui Beni culturali sarà incentrata su:

- Riflettografia infrarossa: Dimostratore interattivo su opere d'arte (CNR-INO e Opificio delle Pietre Dure)

- Giotto in 3D: l'opera di Giotto "La conferma della regola francescana" diventa un ambiente tridimensionale esplorabile direttamente con il movimento del corpo (CNR-ITABC e ISTC)

- Etruscanning: ricostruzione virtuale della tomba etrusca Regolini Galassi esplorabile coni movimenti del proprio corpo (CNR-ITABC e ISTC)

- Museo virtuale dell'lraq: sistema interattivo su grande schermo utilizzabile tramite touchscreen (CNR-IBAM)

- Missioni archeologiche: sistema interattivo su maxischermo touch che consente di esplorare le missioni archeologiche italiane all'estero sostenute dal MAE nel 2011 (CNR e MAE)

 

Insieme alla mostra ad aprile 2013, sempre presso l'Istituto Italiano di Cultura di Tokyo, è previsto un seminario sul tema "Scienza e Restauro". Nel seminario "verranno presentati diversi studi e ricerche sul patrimonio culturale in Giappone nelle sue diverse specificità e dimensioni. I vari interventi avranno un taglio propositivo-sperimentale, affrontando le varie scale entro cui si colloca l’ampia gamma dei beni culturali: dai beni mobili ai monumenti, dal paesaggio culturale ai beni immateriali. Ad ogni intervento farà seguito un momento di dibattito per identificare posizioni comuni che potranno costituire il punto di partenza di nuove interpretazioni come anche proposte progettuali e di ricerca". Il programma è in fase di preparazione. 

 

  

Italia del Futuro

17 aprile - 17 maggio 2013 

Istituto Italiano di Cultura di Tokyo 

2-1-30 Kudan Minami Chiyoda-ku, Tokyo 

 

Fonte: http://italyinjapan.com/

 

Ultima modifica il Giovedì, 12 Febbraio 2015 17:33

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo