NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Giovedì, 11 Ottobre 2012 11:19

Pubblicati i nomi dei vincitori del III° Premio di Laurea "Giovanni Urbani"

mnemosyneL'Istituto Mnemosyne ha annunciato l'esito del III° Bando del Premio "Giovanni Urbani" per tesi di laurea sulla durabilità dell'arte. 

Il Premio, intitolato a Giovanni Urbani, privilegia la “ricerca per la durabilità” che predilige "le indagini attinenti le condizioni ambientali e antropiche degli ambienti caratterizzati dalla presenza di opere d'arte. Sono tali condizioni, infatti, a compromettere lo stato di conservazione dei materiali di storia e d'arte. Si tratta, quindi, di nuovi ambiti e nuovi processi di ricerca, orientati a rendere possibile la conservazione dell'arte, pur limitando il più possibile l'intervento diretto sulle singole opere. Ricerca per prevenire il degrado, in modo da non dover continuamente sottoporre le opere d'arte a sempre più ravvicinati “ri-restauri, sempre più complessi e onerosi.

 

Si tratta di ricerca che persegue almeno un duplice obiettivo:

-  incrementare le conoscenze circa l'origine, la composizione e i processi di diffusione delle cause di degrado nei diversi ambienti qualificati dalla presenza di opere d'arte o che siano essi stessi opere d'arte, come è il caso di molte architetture;

-  rendere evidenti gli effetti delle interazioni tra le condizioni (di: temperatura, umidità, pressione, illuminazione, inquinanti, modi d'uso) degli ambienti d'arte e il degrado dei diversi materiali costitutivi delle opere d'arte ivi presenti (materiali diversi per composizione, per indici di dilazione e di assorbimento, per reazione alle radiazioni luminose, oltre che per aggredibilità degli inquinanti e dei molteplici microrganismi portati dalle persone e dagli scambi aerei con l'esterno)."

 

Il Comitato scientifico ha deciso di assegnare il premio da mille Euro ciascuno, con l'onore di essere divulgate, le Tesi di:

- Giulia Totaro: Attività di manutenzione e cura sui beni culturali architettonici: strategie e politiche di incentivazione, discussa nella Facoltà di Architettura e Società del Politecnico di Milano; relatore il prof. Paolo Gasparoli; correlatori l'arch. Chiara Livraghi e l'arch. Stefania Bossi.

- Maria Carmela Grano: Dallo studio del travertino romano alla valutazione sperimentale dei trattamenti protettivi per a conservazione del colonnato di San Pietro, discussa nella Facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali dell'Università “La Sapienza” di Roma; relatore il prof. Giovanni Ettore Gigante; relatore esterno il prof. Ulderico Santamaria; correlatore la prof.ssa Patrizia Tucci. 

Il Comitato ha deciso che sono degne dell'onore di essere divulgate anche le Tesi di:

- Anna Vergottini: Studio delle murature della chiesa di S. Andrea a Chioggia, impregnate d'acqua marina, discussa nella Facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali dell'Università degli Studi di Padova; relatore il prof. Dario Camuffo.

- Danilo Forleo: Conservation preventive et regie des ovres, enjeux et particularites en France et en Italie, discussa nell'UFR en Histoire de l'arte et archéologie dell'Université de Paris 1 Panthéon-Sorbonne; relatore il prof. Denis Guillemard; controrelatore il prof. Marc Nolibé.

L'istituto annuncia l'interruzione del Premio di Laurea dichiarando che "sarebbe modo per far conoscere giovani ricercatori che, peraltro, rischiano di restare isolati soprattutto per la permanente disattenzione delle competenti Istituzioni politiche, che continuano a non ritenere significativo neppure arricchire delle loro indicazioni e proposte neppure la manifestazione pubblica di premiazione degli assegnatari del Premio “Giovanni Urbani”.

 

CONSULTA IL TESTO COMPLETO DEL DOCUMENTO

 

Fonte: Istituto Mnemosyne

 

www.istituto-mnemosyne.it

Ultima modifica il Giovedì, 12 Febbraio 2015 17:32

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo