NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Giovedì, 27 Settembre 2012 17:17

Notte dei ricercatori 2012

Redazione Archeomatica

La Notte dei Ricercatori è un'iniziativa promossa dalla Commissione Europea fin dal 2005 che coinvolge ogni anno migliaia di ricercatori e istituzioni di ricerca in tutti i paesi europei. L'obiettivo è quello di creare occasioni di incontro tra ricercatori e cittadini per diffondere la cultura scientifica e la conoscenza delle professioni della ricerca in un contesto informale e stimolante. 

Gli eventi comprendono esperimenti e dimostrazioni scientifiche dal vivo, mostre e visite guidate, conferenze e seminari divulgativi, spettacoli e concerti. 

 

L'iniziativa si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica ed è promosso dalla Commissione Europea , coordinato e realizzato da Frascati Scienza in collaborazione con Comune di Frascati, ASI, CNR, ENEA, ESA-ESRIN, INAF, INFN, INGV, EGO/VIRGO, Università Tor Vergata, Università Roma Tre, Università Sapienza, Ospedale Pediatrico Bambin Gesù, Associazione Tuscolana di Astronomia (ATA), Ludis, G.Eco, Accatagliato.

L’iniziativa ha inoltre il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri, Regione Lazio – Assessorato alla Cultura Arte e Sport, Provincia di Roma, Comune di Roma – Assessorato alla Cultura, Comune di Grottaferrata, Comune di Monteporzio Catone, Parco dei Castelli Romani. 

 

L'Italia aderisce all'iniziativa europea con una molteplicità di progetti che ne fanno tradizionalmente uno dei paesi europei con il maggior numero di eventi sparsi sul territorio. 

Per il 2012 l'evento coinvolge in Italia 7 progetti per un totale di 24 città. 

Tra le numerose iniziative alcune sono presentazioni di progetti di ricerca inerenti l'applicazione di tecnologie per i beni culturali. Qui di seguito alcune selezionate per i lettori di Archeomatica.

 

La Fondazione Bruno Kessler ha organizzato per l'occasione diverse attività tra le quali la presentazione di ricerche sull'archeologia in 3D dal titolo "Un viaggio virtuale nella necropoli preistorica de La Vela":

Nel 1987-88, durante gli scavi della necropoli de La Vela, gli archeologi presenti non avrebbero mai immaginato che le loro fotografie avrebbero un giorno dato vita a veri e propri modelli 3D.

Oggi, grazie a moderni algoritmi di elaborazione di immagini, strumenti laser scanner e digitalizzazioni, il sito, smembrato durante la campagna di scavo e quindi fisicamente inesistente, è stato virtualmente riportato alla luce.

Consulta il programma completo della Fondazione Bruno Kessler

 

Anche ENEA (Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile) organizza presso il Centro Ricerche ENEA Frascati dei percorsi scientifico-didattici su “La luce: dalla ricerca alle applicazioni” e “La fusione nucleare e l’elettromagnetismo”.

Si parlerà anche di Sindone e dell’utilizzo della posizione del sole per la misura del tempo e per l’orientamento (meridiana e bussola). Saranno presenti esperimenti di Superconduttività e si potranno, inoltre, vedere applicazioni per le tecnologie ICT e la visualizzazione 3D per la conoscenza e la formazione sul patrimonio culturale.

Ulteriori informazioni sul programma di ENEA per la Notte dei ricercatori.

 

Ulteriori informazioni su tutte le iniziative in programma in Italia: www.nottedeiricercatori.it

 

Fonte: Fondazione Bruno Kassler, ENEA, sito ufficiale dell'evento.

 

 

Ultima modifica il Giovedì, 12 Febbraio 2015 17:32

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sea Drone Gallipoli

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo