NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Venerdì, 07 Dicembre 2012 16:30

Dallo scavo alla realtà aumentata

Redazione Archeomatica

santacristinaReperti di epoca romana a portata di cellulare per una visita virtuale agli scavi di Santa Cristina. Tutto questo grazie al progetto “Realtà aumentata” presentato venerdì 7 dicembre a Buonconvento nella Sala delle Colonne di Palazzo Comunale in occasione dell’annuale appuntamento per il resoconto e per la programmazione futura dei lavori di ricerca negli scavi di Santa Cristina in Cajo. Il progetto, attivo nel 2013, prevede infatti che all’interno del Palazzo Comunale sia installato un totem con apposito QR code e di strumentazione computerizzata necessaria per permettere a tutti i visitatori di immergersi a distanza negli scavi archeologici attraverso cellulare di ultima generazione.

Sarà così possibile “perdersi” tra reperti dall’inestimabile valore storico e architettonico. I risultati della quarta campagna di scavi, infatti, per la quale hanno lavorato oltre 30 tra archeologi e studenti italiani e stranieri, hanno riportato alla luce un grande complesso termale risalente al I secolo d.C. in buono stato di conservazione, ruderi e capanne databili tra il I e il VI secolo d.C. A rendere possibile lo scavo il contributo del circolo culturale “Amici di Buonconvento” e del negozio "Non solo formaggio" di Lisa Cucca.

“La presentazione del progetto “Realtà aumentata” – spiega Giorgio Meconcelli, assessore al turismo del Comune di Buonconvento – sarà l’epilogo del consueto incontro annuale per fare il punto della situazione sugli scavi di Santa Cristina. Un appuntamento che sta diventando sempre più apprezzato dalla cittadinanza e dagli esperti di settore che individuano nell’area di circa 4 ettari un insediamento sempre più grande e sempre più interessante. Un incontro che ogni anno si propone di programmare al meglio i lavori e la valorizzazione di un tesoro storico che si sta rivelando di giorno in giorno sempre più prezioso”. L’appuntamento ha infatti il titolo “Un progetto per Santa Cristina in Cajo”, la valorizzazione dello scavo archeologico ed il “Progetto Museale del Parco Storico”. Oltre all’assessore Meconcelli sono intervenuti Elisabetta Borgogni, assessore alla cultura del Comune di Buonconvento, e il professor Marco Valenti, docente di Archeologia Medievale all’Università di Siena e responsabile delle campagne di scavo. La presentazione del progetto “Realtà aumentata” è a cura del dottor Mirko Peripimeno.

Guarda il Video:

 

 

Fonte: http://archeologiamedievale.unisi.it/santacristina

 

Ultima modifica il Giovedì, 12 Febbraio 2015 17:33

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo