NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Martedì, 05 Aprile 2011 12:29

Centro storico in 3D: L'Aquila

“Il centro storico è da considerare come un unitario bene culturale, un monumento da tutelare, da conservare integralmente nella sua delicata struttura edilizia ed ambientale, stratificata nei secoli” (Antonio Cederna). A due anni dal terremoto che il 6 aprile ha sconvolto la conca aquilana, il centro storico dell'Aquila non risponde più a questi canoni. Nonostante i progetti e le sperimentazioni, di cui abbiamo dato informazioni anche su queste pagine, il centro storico aquilano può essere visitato solo virtualmente grazie al lavoro di 400 volontari, aquilani e non, che hanno dato vita a un progetto dal nome evocativo: come facciamo.

 

Le prime fasi del progetto hanno previsto la creazioni di una documentazione fotografica del centro storico. 200 persone hanno seguito corsi di formazione con insegnanti Google venuti dagli Stati Uniti sull'uso di SketchUp, il modellatore 3D per Google Earth. Lo scopo, nel giro di pochi mesi, è quello di creare un modello 3D dell'intera città dell'Aquila, che sarà aperto a tutti e disponibile per pianificare la ricostruzione.

Il progetto L'Aquila 3D si è sviluppato in seguito al progetto L'Aquila autoritratto, un programma web che permette ai cittadini di caricare le loro foto della città come era prima, e come è dopo il sisma.

Ogni sabato e domenica per sette settimane dalla fine di settembre al inizio di novembre 2010 ha visto l'ingresso in zona rossa al cuore dell'Aquila di pattuglie organizzati di cittadini muniti di macchinette fotografiche, treppiedi e obiettivi grandangolo. Il loro compito - scansionare fotograficamente tutti gli edifici del centro storico. Iniziando con una sessione di addestramento e una breve induzione per la sicurezza, si cercava di fotografare prospetti, angoli e dettagli in maniera metodica per creare una fonte di informazioni per la modellazione 3D.
Hanno partecipato in totale più di 400 persone di tutte le età, scattando oltre 60.000 fotografie.

(Fonte: Redazionale)

{linkr:bookmarks;size:small;text:nn;separator:+;badges:19,20,22,23,24,28}

{linkr:related;keywords:L%27aquila;exclude:118;limit:5;title:Related+Articles}

Ultima modifica il Giovedì, 12 Febbraio 2015 17:32

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sea Drone Gallipoli

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo