NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Mercoledì, 24 Ottobre 2012 11:39

Antiche pitture rupestri ritornano alla luce grazie al laser

La tecnologia laser è stata recentemente utilizzata per restaurare e riportare alla luce alcune pitture rupestri aborigene, risalenti a 40.000 anni fa, nella località di Davies Creek vicino a Kuranda in Australia.

I risultati saranno esposti il prossimo aprile in un documentario di 52 minuti prodotto dalla televisione austriaca, tedesca e svizzera.
Jurgen Steiner, che per 17 anni ha lavorato sul ripristino di antiche chiese e castelli nella sua nativa Austria, ha lavorato presso il sito rupestre nel 2008 e 2009 sperimentando l'applicazione di una particolare sostanza per indurire la roccia sottostante.


La fase successiva è stata l’uso di un laser in grado di pulire una superficie che ha raccolto per migliaia di anni polvere e sporcizia, con lo scopo finale di restituire le pitture al grande pubblico nella loro condizione originale.

Questo laser era stato usato solo una volta per la pulizia di opere d'arte nelle tombe dei faraoni, ma questa era la prima volta che è stato utilizzato per la pulizia di dipinti rupestri.
La luce laser ha permesso di ripulire le pitture da alghe, carbone e i sali cristallizzati negli anni permettendo di scoprire che  tali dipinti mostrano navi, barche, cavalli e uomini.

Fonte: www.cairns.com

Ultima modifica il Giovedì, 12 Febbraio 2015 17:33

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo