NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Venerdì, 25 Gennaio 2013 14:59

4th EARSeL Workshop on Cultural and Natural Heritage

Redazione Archeomatica

Paestum in_estateSi svolgerà a Matera il 4° Workshop EARSeL on Cultural and  Natural Heritage organizzato all'interno del 33° EARSel Symposium (Matera, 3-6 giugno 2013).

Il 1 ° Workshop si svolse a Roma dal 30 settembre al 4 ottobre 2008, organizzato dal gruppo EARSeL Remote Sensing for Natural and Cultural Heritage (ReSeArCH). Una grande comunità scientifica composta da archeologi, geofisici, esperti di archeologia aerea, telerilevamento e della geomatica, ha dato luogo a un vivace dibattito sulle potenzialità, i limiti e l'aggiornamento sulle tecnologie di osservazione della Terra per l'archeologie e le applicazioni per la gestione dei Beni Culturali.

L'interesse della comunità scientifica è aumentato nel corso degli anni, spingendo così il SIG  ReSeArCH ad organizzare annualmente sessioni dedicate dei Beni Culturali all'interno del Symposium EARSeL (Chania 2009, Parigi 2010, Praga 2011), nella conferenza congiunta con AARG a Poznan (21-23 Settembre 2011) e il più recente Workshop a Ghent (19-22 settembre 2012).

Dopo cinque anni dal Workshop di Roma, l'interesse scientifico per il telerilevamento e dei Beni Culturali è aumentato fortemente. Le tecnologie disponibili, nonché gli approcci metodologici sono migliorati facilitando in tal modo un uso più grande, principalmente per scopi archeologici. E' in questo contesto culturale e scientifico che viene organizzato il 4 ° Workshop in programma il 6-7 giugno 2013 a Matera.

Le interconnessioni culturali e pratiche tra ambiente, cultura e territorio fanno da cornice a questo evento. Il comitato scientifico ha selezionato alcuni temi prioritari relativi a:

- campi di applicazione, come l'uso del telerilevamento per la gestione dei rischi e del patrimonio culturale e naturale, l'interconnessione tra l'ambiente, i cambiamenti climatici e le dinamiche di frequentazione umana, la fruizione consapevole di testimonianze materiali e immateriali di antiche civiltà;

- metodologie come lo sviluppo di approcci semiautomatici e automatici per l'estrazione di informazioni culturali, l'integrazione e la fusione di dati telerilevati in maniera attiva e passiva, telerilevamento e analisi geospaziali per l'archeologia preventiva, indagini paleoambientali e gestione del rischio;

- strategie di cooperazione per la creazione di una piattaforma permanente di dati e la condivisione delle conoscenze.

 

Call for Papers

I contributi saranno presentati oralmente e tramite poster. Entrambi sono considerati di pari grado e non si distingue tra loro nelle pubblicazioni del Simposio. Al momento di presentare il vostro contributo alla EARSeL's Conference Management System si prega di comunicare la vostra preferenza (orale / poster).

Il volume degli abstract sarà disponibile per i partecipanti al banco di registrazione del Symposium, e sarà pubblicato sul sito del Simposio.

 

Linee guida per gli articoli 

Si prega di preparare il proprio articolo per gli atti del convegno utilizzando il modello Word, che è disponibile per il download all'interno del Conference Management System sotto la voce "33rd EARSeL Symposium and 36th General Assembly 2013", dopo aver inserito i dati di accesso. Gli autori registrati caricheranno i propri manoscritti attraverso il Conference Management System. Per caricare i propri manoscritti, occorre eseguire il login e andare a 'My abstract "sul menù nella colonna di sinistra, cliccando su' Carica documento ed seguendo le istruzioni.

 

Linee guida per i poster

 

E' particolarmente incoraggiato l'invio di articoli manoscritti per la pubblicazione nella rivista open access EARSeL eProceedings 

 

Sito web: http://www.earsel.org/SIG/NCH/4th-workshop/index.php

 

Fonte: EARSeL

Foto: Wikicommons, Area Archeologica di Paestum, fotografia di Marco Cerrai, finalista al Concorso Fotografico "Wiki Loves Monuments 2012"

Ulteriori autorizzazioni richieste dal "Codice dei beni culturali e del paesaggio" (Codice Urbani), d.lgs n. 42 del 22 gennaio 2004 e successive modificazioni, per il riutilizzo dell'opera

La presente immagine riproduce un bene appartenente al patrimonio culturale italiano in consegna allo Stato; l'attuale normativa contemplata agli artt. 106 e segg. del Decreto Legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 e successive modificazioni, recante il Codice dei beni culturali e del paesaggio - non riferibile alle normative di diritto d'autore - prevede un sistema a tutela e salvaguardia del carattere storico artistico dei beni e delle relative esigenze di decoro, nonché il pagamento di un canone di concessione da parte di chi intenda trarre utilità economiche dirette o indirette dalle immagini riproducenti beni culturali appartenenti al patrimonio culturale italiano in consegna allo Stato. La riproduzione della presente immagine è autorizzata per uso personale o per motivi di studio. È necessaria l'ulteriore autorizzazione da parte del Ministero per i beni e le attività culturali per la riproduzione per scopi diversi e, in particolare, per fini di lucro, anche indiretto, ivi inclusa l'associazione, con qualunque modalità e in qualunque contesto, dell'immagine suddetta a messaggi pubblicitari di qualsivoglia genere, ovvero al nome, alla ditta, al logo, al marchio, all'immagine, all'attività o al prodotto di qualsivoglia soggetto.

 

Ultima modifica il Giovedì, 12 Febbraio 2015 17:33

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo