NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Il ‘Best in Heritage’ è una conferenza annuale che presenta i migliori progetti riguardanti  il patrimonio culturale, premiati a livello mondiale nell’anno precedente.  

Pubblicato in Eventi
Domenica, 18 Marzo 2018 07:56

Trasportare le opere d’arte in sicurezza

Le opere d’arte, quando trasportate, possono subire seri danni dovuti a sollecitazioni di temperatura e umidità e urti. 

Pubblicato in Notizie

mab-experienceMAB Experience è una nuova applicazione per Google Glass approvata dal team di Google per il Museo all’Aperto Bilotti di Cosenza. E' stata realizzata dall’azienda TSC Consulting di Rende e dedicata alla fruizione di contenuti culturali. Glassware, una delle prime italiane ad essere messe sul mercato, è stata realizzata nell’ambito del progetto di ricerca INMOTO, che ha visto l’azienda rendese tra i partner di progetto insieme ad altri soggetti pubblici e privati, tra i quali l’Università della Calabria.

Pubblicato in Musei
Mercoledì, 25 Giugno 2014 10:42

3DHOP nuovo strumento per musei virtuali online

3dhop-elmo-etrusco3DHOP (3D Heritage Online Presenter) è un nuovo strumento per la creazione di presentazioni web multimediale di beni culturali digitalizzati. La nuova tecnologia è stata messa a punto dal Visual Computing Laboratory del Dipartimento ISTI- CNR di Pisa ed è stato utilizzato in alcuni progetti di digitalizzazione e valorizzazione del patrimonio culturale tra cui il progetto TeCHe - Technologies for Cultural Heritage dedicato ai reperti archeologici del sepolcro etrusco di Sigliano presentato al Forum TECHNOLOGYforALL a Roma il 5 giugno 2014. 3DHOP è adato per la visualizzazione di modelli 3D in alta risoluzione e verrà utilizzato anche per la fruizione online del modello tridimensionale del Sarcofago degli Sposi, recentemente presenato a Roma.

Pubblicato in ICT beni culturali

digital heritage 2013E' disponibile il programma del Convegno "Digital Heritage" l'evento internazionale sulle nuove tecnologie per il patrimonio culturale che si svolgerà a Marsiglia dal 28 ottobre al 1 novembre 2013. Il convegno ospiterà interventi orali, presentazioni, poster e workshop, demo e altre dimostrazioni tutte dedicate al tema del virtual heritage: recenti applicazioni per la valorizzazione e conservazione del patrimonio culturale.

Pubblicato in Eventi

creazione eva_andrea_pisanoL’Opera di Santa Maria del Fiore di Firenze cura e conserva dal 1296 tutta la documentazione relativa a uno dei maggiori complessi monumentali fiorentini universalmente noti, che comprende il Duomo, il campanile di Giotto e il Battistero di San Giovanni: edifici dall’inestimabile valore storico e architettonico, oggetto di interesse e di analisi approfondite da parte di studiosi e ricercatori di livello mondiale. Liberologico, in collaborazione con META, ha in carico la fornitura moduli applicativi per la gestione del preziosissimo patrimonio catalografico e fotografico dell’Opera di Santa Maria del Fiore e la fornitura di un modulo di e-commerce per la vendita online (attraverso sistemi di pagamento sicuri) delle immagini e dei relativi diritti di riproduzione a fini editoriali.

Pubblicato in ICT beni culturali

artigianoLa Fondazione Telecom Italia ha pubblicato un nuovo bando sui "Beni invisibili", area d’interesse sulla quale si focalizzano gli interventi della Fondazione per la valorizzazione del Patrimonio storico-artistico del Paese. "L’espressione 'bene culturale invisibile' si può declinare in vari modi partendo dall’arte invisibile che giace nei depositi dei musei italiani, un patrimonio artistico di cui difficilmente il pubblico può fruire, ma può anche riguardare un cosiddetto "bene minore" non sufficientemente visibile all’interno della dimensione locale di riferimento e che invece potrebbe diventare, con un opportuno progetto di rilancio e valorizzazione, un elemento attrattivo per l’economia e il turismo locale.

Il nuovo bando è dedicato ai "luoghi e maestria delle tradizioni artigianali" con il quale la Fondazione vuole "rinnovare il proprio impegno, sostenendo quelle progettualità che adottino modelli imprenditoriali orientati al recupero dei "luoghi invisibili", della tradizione e della conservazione della "maestria" artigianale tutta italiana.

Pubblicato in Lavoro

iccromICCROM ha annunciato il quinto corso di formazione sulla conservazione del patrimonio costruito (Conservation of Built Heritage - CBH14) che si terrà a Roma  dal 28 febbraio al 30 aprile 2014. ICCROM è pioniere nell'organizzazione di corsi dedicati alla conservazione del patrimonio dal 1965 tra cui il Corso in Conservazione dell'Architettura (ARC) e molti altri corsi tra i quali più recentemente il corso sulla conservazione del patrimonio costruito organizzato per quattro intervalli consecutivi dal 2007. Nella progettazione di questo corso, ICCROM ha tratto da questa esperienza i risultati della valutazione e considerato le più recenti tendenze internazionali e di pensiero relative alla conservazione del patrimonio costruito, tra cui edifici, siti, centri storici e dei paesaggi culturali.

Pubblicato in Formazione
Martedì, 18 Dicembre 2012 11:11

Risultati di un anno di MuseiD-Italia

museiditaliaVenerdì 14 dicembre 2012 presso la Biblioteca Nazionale Centrale si sono riuniti i rappresentanti dell’ICCU (Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle Biblioteche Italiane, dell’OTEBAC (Osservatorio Tecnologico per i Beni e le Attività Culturali) e del MiBAC per esporre i risultati di un anno di lavori sul progetto MuseiD-Italia.
Il congresso è stato aperto dall’intervento del segretario generale del MiBAC l’Arch. Antonia Pasqua Recchia che ha ribadito la vitalità e operosità del Ministero nonostante la riduzione delle risorse e del personale. Il MiBAC, secondo il Direttore,  continua a progettare e ad attivare programmi voluti dal governo e in linea con la Unione Europea nella quale godiamo di una posizione strategica per proporre e attivare processi processi propositivi e decisionali.
Pubblicato in Ultime
Giovedì, 13 Dicembre 2012 09:54

Ars, arte che realizza occupazione sociale

ars accentureLa Fondazione Accenture ha recentemente presentato il Concorso "Ars Arte che occupazione sociale" per 1 milione di euro da destinare alla migliore idea che crea occupazione sociale valorizzando il patrimonio artistico del nostro Paese. "La valorizzazione del patrimonio artistico nazionale è un terreno ideale per dare seguito alla mission di Fondazione Italiana Accenture di attivare l’intelligenza collettiva per generare un flusso di idee innovative e in grado di trasformarsi in progetti concreti che possano sviluppare le potenzialità del Terzo Settore e contribuire allo sviluppo del Paese.

Pubblicato in Ultime
Pagina 1 di 6

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo