NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Il 2018 è l'Anno europeo del patrimonio culturale. Nel corso dell'anno saranno celebrati sia i beni culturali tangibili che intangibili, nonché quelli paesaggistici e digitali dell'Europa. Open data e informazioni fornite dal programma Copernicus rappresentano una preziosa risorsa per il monitoraggio e la conservazione del patrimonio culturale sia a livello europeo che globale.

Pubblicato in Documentazione

Il nuovo testo 160 consente di monitorare le condizioni climatiche di musei e archivi in modo completo e discreto, ovunque vi troviate.

Pubblicato in Musei

Il prossimo numero di Archeomatica (1-2018) sarà interamente dedicato ai servizi di monitoraggio per la salvaguardia, tutela e valorizzazione del patrimonio culturale.

Pubblicato in ICT beni culturali

L’Associazione Italiana Prove non Distruttive Monitoraggio Diagnostica – AIPnD – è un’organizzazione a carattere scientifico, culturale e professionale, senza fini di lucro. E' stata fondata nel 1979; si colloca tra le primissime nel mondo nel suo settore e annovera Soci appartenenti a circa 1000 Enti.

Pubblicato in Formazione

Sono stati installati a Civita di Bagnoregio i sensori per il progetto pilota di monitoraggio denominato ArTeK - Satellite enabled Services for Preservation and Valorization of Cultural Heritage.

Pubblicato in ICT beni culturali

Lo studio della qualità dell’aria nel settore dei beni culturali: un’ampia selezione di accurati sistemi di acquisizione dati consentirà di sorvegliare gli spazi espositivi e conservativi in tutti i momenti della giornata, garantendo il controllo dei principali parametri ambientali coinvolti nei processi deteriorativi delle opere d’arte.

Pubblicato in Restauro e Conservazione

Una gamma completa di strumenti per l’analisi della luce nel campo del visibile e ultravioletto consentirà una più semplice valutazione dell’esposizione alla radiazione luminosa, garantendo il migliore compromesso tra conservazione e fruizione.

Pubblicato in Restauro e Conservazione

Nell’ambito del progetto “CO.B.RA  – Sviluppo e la diffusione di metodi, tecnologie e strumenti avanzati per la Conservazione dei Beni culturali, basati sull'applicazione di Radiazioni e di tecnologie Abilitanti” è stato portato avanti il progetto Tecnologie avanzate per la grande pittura etrusca da Veio a Tarquinia.

Pubblicato in Documentazione

La Soprintendenza del Mare in Kenya per una Missione archeologica in collaborazione con i musei nazionali del paese africano.

Pubblicato in Documentazione

Una rete di monitoraggio Wireless consentirà una più semplice lettura ed interpretazione dei dati memorizzati, ottimizzando la conoscenza e la valutazione delle condizioni microclimatiche all’interno di spazi museali, biblioteche ed archivi.

Pubblicato in ICT beni culturali
Pagina 1 di 14

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo