NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Con il nuovo calendario autunnale e ben 3 sedi a scelta, la Formazione TerreLogiche riparte ad ottobre con i corsi GIS Open Source (QGIS). Incentivi per chi si iscrive in anticipo o sceglie un pacchetto formativo.

Pubblicato in Formazione

Il corso di formazione introduce gli utenti ai Sistemi Informativi Geografici (GIS) e, in particolare, all'impiego di QGIS. Le attività formative si svolgeranno a Venezia dal 28 al 30 giugno.


Il modulo formativo affronta i principali aspetti concettuali e procedurali della gestione geografica e fornisce le conoscenze operative necessarie per l'utilizzo di QGIS, uno dei migliori software nel segmento Open Source in termini di funzionalità, flessibilità e facilità d'uso. 

L’approccio metodologico del corso e l’organizzazione dei contenuti sono basati su un flusso di lavoro ben collaudato con la possibilità, per i partecipanti, di ripetere in ogni momento le operazioni eseguite dal docente.
Durante il corso saranno affrontati argomenti basilari come la gestione dei layer vettoriali e raster, i sistemi di riferimento cartografici, la georeferenziazione, il disegno vettoriale, il database e la stampa.
Particolare importanza sarà attribuita alla descrizione dei dati cartografici reperibili sul territorio nazionale, ai formati disponibili in ambiente GIS e allo scambio dei dati con altri software GIS e CAD.
Nonostante la sessione formativa sia orientata ad uno specifico software (QGIS), le conoscenze acquisite saranno comunque spendibili nell’utilizzo di molti altri applicativi (ad esempio ESRI ArcGIS, gvSIG ecc.). L’obiettivo principale è infatti quello di apprendere la necessaria visione d’insieme nella gestione e nell’analisi dei geodati.

Cos'è QGIS 
Negli ultimi anni, i GIS Open Source hanno raggiunto un pubblico molto vasto garantendo elevata usabilità, un'efficiente gestione dei dati e notevoli potenzialità di analisi geografica. In particolare, il modello di sviluppo Open ha influenzato fortemente il settore GIS con indubbi benefici che vanno ben oltre la gratuità dei prodotti.
QGIS (ex Quantum GIS), rilasciato con licenza GNU General Public License, è un software GIS Open Source completamente gratuito e disponibile anche in lingua italiana.
E' ampiamente utilizzato in ambito professionale e nella ricerca scientifica e può essere installato su qualsiasi computer dell'ufficio su piattaforme Microsoft Windows, Linux, Mac OS senza limitazioni di licenza.
Gli utenti possono usufruire gratuitamente e per sempre degli aggiornamenti del software senza oneri ulteriori derivanti da contratti di assistenza o canoni annui. 
QGIS ha un'interfaccia utente intuitiva e gestisce numerosi formati di dati sia raster che vettoriali tra i quali il formato Shapefile (piena compatibilità con ESRI ArcGIS/ArcView). E' dotato di numerose funzionalità e rappresenta in ambito lavorativo una valida alternativa ai prodotti GIS commerciali.
Il progetto QGIS ha registrato negli ultimi anni una forte evoluzione raggiungendo una notevole maturità informatica grazie all’impegno di una vasta ed attiva comunità di utenti che ha permesso la diffusione di versioni sempre più stabili e con maggiori funzionalità. Sono inoltre disponibili numerosi plugin, realizzati dalla comunità di sviluppatori, che permettono di ampliare le funzionalità standard del software.

Per chi è questo corso
Il corso è rivolto a professionisti, tecnici di Pubbliche Amministrazioni, studenti universitari, ricercatori, insegnanti e in generale a tutti coloro che hanno intenzione di ampliare le proprie conoscenze in fatto di gestione ed analisi di dati geografici.

Agevolazioni fiscali
L'attività di formazione rientra tra i costi deducibili nella misura del 50% per i redditi dei liberi professionisti (IRPEF) ed è IVA 100% detraibile. Inoltre, le Pubbliche Amministrazioni hanno diritto all'esenzione IVA riferita ad attività formative.

Crediti Formativi
Il corso di formazione prevede il rilascio di 15 CFP ad architetti e geologi e 18 CFP ai geometri.

Dettagli del Corso
Durata: 3 giorni consecutivi (18 ore).
Orario: 9-13, 14-17 (giorno 1 e 2), 9-13 (giorno 3).
Luogo: INIAPA VENETO s. cons. a r.l. - Via delle Industrie 19/C/11, Venezia.
Data: 28-29-30 Giugno.
Costo: 380 euro + IVA. Sono previste riduzioni del 15% per gli iscritti a ordini, associazioni professionali, categorie educational.

Scopri di più

Fonte: TerreLogiche

Pubblicato in Formazione

"GIS Open Source Base (QGIS)" (Introduzione ai GIS e apprendimento del software Open Source QGIS) di TerreLogiche è un corso di formazione GIS di 18 ore con approccio essenzialmente pratico all’utilizzo dei Sistemi Informativi Geografici.

Pubblicato in Formazione

Nell'ambito della Conferenza Esri Italia 2017 si svolgerà una sessione tematica dedicata ai beni culturali, chair Laura Baratin dell'Università di Urbino.

Pubblicato in Eventi

Il Corso GIS base: Sistemi Informativi Geografici per i beni culturali sarà tenuto dall’Istituto per i beni archeologici e Monumentali del Consiglio Nazionale delle Ricerche (IBAM - CNR).

Pubblicato in Formazione

La Piattaforma Serri WebGIS ha l'obiettivo di fornire strumenti Web e GIS per la produzione, catalogazione e divulgazione dei dati archeologici relativi al Santuario di Santa Vittoria di Serri.

Pubblicato in ICT beni culturali

Il Laboratorio ““Dal 3D al GIS: Nuovi metodi per rilevare, documentare e pubblicare i dati archeologici” è organizzato dall'Associazione Culturale Minerva per gli studenti di Archeologia e Beni Culturali e per ogni persona interessata all’utilizzo delle tecnologie digitali applicate alla documentazione, gestione e fruizione del Patrimonio Archeologico.

Pubblicato in Formazione

Descriptio Romae è un archivio realizzato con una semplice tecnologia sapientemente utilizzata, basata sull’archiviazione digitale georeferenziata che consente di consultare facilmente i documenti relativi ai catasti storici su Roma nel settecento e ottocento.

Pubblicato in Documentazione

Prendono il via i corsi ITP-International Training Projects per il 2017 che l’ISCR ha organizzato nell’ambito del programma coordinato dalla Direzione Generale Educazione e Ricerca del MiBACT: trenta corsi che l’Istituto dedica ad un tema specifico nel campo del restauro e della conservazione dei BBCC.

Pubblicato in Restauro e Conservazione

L'Università per Stranieri di Perugia invita a partecipare al corso di DIGITAL MAPPING che si terrà il 25 e 26 maggio a Perugia. Tra le sessioni tematiche una sarà dedicata al GIS e Patrimonio Cultruale.  

Pubblicato in Formazione
Pagina 1 di 19
Technology for All 2017
Technology for All 2017
http://www.digitalmeetsculture.net

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo