NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

arte

  • Contrapposto studies: Bruce Nauman a Venezia

    Palazzo Grassi – Punta della Dogana presenta la grande mostra dedicata all’artista americano Bruce Nauman (1941, Indina, USA) dal 23 maggio 2021 al 9 gennaio 2022 nelle sale di Punta della Dogana.

  • Il mosaico di Cassiopea nella Casa di Aion a Paphos

    Il quinto riquadro nell’ultimo registro in basso a sinistra del mosaico pavimentale della cosiddetta Casa di Aion a Nea Paphos (Cipro), il piu’ lacunoso di tutto il rivestimento, apre il suo testo soltanto leggendo la terza Ode Pitica di Pindaro: Asclepio bambino porge un piatto di frutta a Chirone sul Monte Pelio - a sinistra Sileno a cavalcioni dell’asino - mentre Nesso con la lira, nella parte destra, inganna l’amata Deianira.

    E’ in questa favola, finora la piu’ oscura, che l’iconografia di tutto il contesto pavimentale sembra rivelare la chiave etica della colpa della superbia, che e’ il tradimento del dono divino della sapienza. Un’ampia lacuna non lascia determinare se sul carro, del quale solo una ruota e’ evidente dietro ai centauri, sieda o meno Dioniso errante di ritorno dall’India, la cui ebbrezza meccanicisticamente regoli la virtus.

  • La Pompei amazzonica

    La scoperta del sito archeologico di 12 km. di estensione a Serranìa de la Lindosa nel Guaviare in Colombia risale a più di tre anni fa ed è dovuta alla possibilità tecnologica, nota a queste pagine, di astrarre la stratigrafia del terreno sottostante al fogliame della vegetazione amazzonica dal rilievo satellitare, sviluppato dal Progetto Copernicus dell’Esa, l’Agenzia Spaziale Europea. La ricerca ha avuto tra i protagonisti del team britannico-colombiano, che ha focalizzato e analizzato l’area d’interesse, il professore di archeologia all’Università di Exeter José Iriarte, che si è avvalso del finanziamento dell’European Research Council del progetto Lastjourney.

  • La Ravenna di Dante tra mostre e tre tour virtuali

    Fino al 2022 Ravenna renderà omaggio al sommo poeta nell’anno in cui ricorre il 700 esimo anniversario dalla morte. IL MAR – Museo d’Arte della città di Ravenna con Zeranta Edutainment s.r.l, presenta una piattaforma online con tre tour virtuali del progetto espositivo Dante. Gli occhi e la mente, organizzato dalle Istituzioni comunali MAR, Biblioteca Classense, promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Ravenna.

  • Le ultime fotografie sulla "Ragazza" di Vermeer rivelano nuovi dettagli

    La ragazza con l'orecchino di perla è una delle opere più famose di Vermeer, conservata presso il museo d'arte Mauritshuis, a The Hague, e giudicata nel 2006 il dipinto più bello dei Paesi Bassi. L'anno scorso il museo d'arte ha chiesto a Hirox Europe di fotografare il capolavoro di Vermeer al livello di 4,4 micron per pixel (per un totale di circa 10.118 megapixel). Dieci aree della tela sono state catturate con una risoluzione ancora più dettagliata utilizzando un microscopio 3D Hirox.

  • Modigliani e la figura celata

    Tralasciamo il gossip che aleggia in questi giorni intorno al celebre quadro Ritratto di Ragazza, dipinto da Amedeo Modigliani nel 1917 (Tate Gallery Londra) che vede al di sotto della superficie pittorica una figura identificata con la scrittrice e giornalista sudafricana Beatrice Hastings, ex fidanzata di Modigliani - la cui immagine il pittore avrebbe coperto.

  • Renaissance Dreams di Refik Anadol

     Al MEET di Milano, Centro internazionale di cultura digitale è in mostra l’installazione Site-Specific Renaissance Dreams di Refik Anadol, media artist e regista turco. L’opera è stata realizzata grazie all'intelligenza artificiale con algoritmi GAN (Generative Adversarial Network), capaci di identificare caratteristiche comuni nelle immagini e nei testi del Rinascimento italiano.

  • Un Caravaggio per due Ecce homo

    Una delle riscoperte più strabilianti in tempi di pandemia, un baleno che illumina una strada così impervia: l’Ecce Homo,sottratto alla vendita in asta a Madrid (FIG. 2) a seguito del riconoscimento da parte di diversi studiosi come di un possibile autografo di Caravaggio. 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo