NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Il MAV di Ercolano aprirà nuovamente al pubblico con un allestimento 4.0, a partire dal 1° Marzo 2018. Gli apparati tecnologici del Museo sono stati radicalmente "aggiornati" e gli spazi museali riqualificati per offrire la migliore delle esperienze all'utente.

Pubblicato in Musei

La ricerca si è occupata della scansione tridimensionale e della ricostruzione di diversi frammenti che facevano parte di manufatti in legno di circa 171 mila anni fa, rinvenuti nel sito archeologico di Poggetti Vecchi, all’interno di un area di acque termali, in provincia di Grosseto.

Pubblicato in ICT beni culturali

Il libro presenta l’insieme delle esperienze condotte nei due anni passati per il restauro della cinquecentesca fontana del Nettuno a Bologna.

Pubblicato in Restauro e Conservazione

Lo scorso agosto è iniziato il progetto MUSAS "Tutela, valorizzazione e messa in rete del Patrimonio Archeologico Subacqueo" (Campania, Calabria e Puglia). Ad oggi sono state completate le operazione di acquisizione tridimensionale dei reperti  archeologici di provenienza subacquea conservati al Museo Archeologico Nazionale ‘Giuseppe Andreassi’ di Egnazia (Fasano, BR)  grazie al meticoloso lavoro dei tecnici della 3D Research, spin-off del Dipartimento di Ingegneria Meccanica dell’Università della Calabria.  

Pubblicato in ICT beni culturali

Aperto il Call for Papers per lo Special Issue "3D Computer Imaging for Architectural Heritage" del Journal of Imaging.

Pubblicato in ICT beni culturali

Reviving Palmyra in Multiple Dimensions, images, ruins and cultural memory è un libro disponibile da Febbraio 2018, scritto da Minna Silver, Gabriele Fangi e Ahmet Denker.

Pubblicato in Documentazione

EasyCUBE PRO, tecnologia per la conservazione e la valorizzazione dei beni architettonici, un approccio concreto e sul campo applicato al porto fluviale romano di Aquileia.

Pubblicato in Restauro e Conservazione

Il rilievo tridimensionale si avvale di una vasta gamma di strumenti (sia hardware che software) e tecniche capaci di estrarre ed immagazzinare informazioni relative principalmente, ma non unicamente, a forma, dimensioni e valori cromatici di oggetti o porzioni di territorio. Quasi mai un unico strumento ed un unico software sono sufficienti ad esaurire le esigenze descrittive ed analitiche derivanti da un progetto di rilievo. Sempre più spesso, infatti, c’è la necessità di integrare, in un unico progetto, dati provenienti da più strumenti e metodiche di scansione.

Pubblicato in Formazione
HERON LITE è la miglior soluzione per effettuare la mappatura 3D di edifici antichi, costruito storico, monumenti, parchi e siti archeologici in tempi estremamente ridotti, risultando perfettamente operativo anche in zone con assenza di ricezione del segnale GPS. E' un laser scanner professionale portatile, in grado di catturare dati LiDAR in movimento e generare una nuvola di punti 3D.
Pubblicato in Documentazione

Le tecnologie laser-scanner ENEA hanno permesso di “leggere” a distanza e di riprodurre in 3D le misteriose “tracce” lasciate dai soldati pontifici all'interno di Porta S. Sebastiano, il più grande e tra i meglio conservati ingressi a Roma lungo la cinta difensiva delle Mura Aureliane. 

Pubblicato in ICT beni culturali
Pagina 1 di 78

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo