NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

ETT entra a far parte del Virtual Museum Transnational Network

v-mustETT ha annunciato il suo ingresso in V-MusT (Virtual Museum Transnational Network), la rete transnazionale sui Musei Virtuali, finanziata dalla Comunità Europea nell'ambito del VII Programma Quadro e coordinata dal CNR.

Partecipano a questa rete 10 paesi europei (Italia, Francia, Spagna, Belgio, Olanda, Inghilterra, Irlanda, Svezia, Grecia e Cipro) e 2 paesi extra-europei (Egitto e Bosnia) oltre a diverse aziende partner.

Il progetto, della durata di 4 anni (da febbraio 2011 a gennaio 2015), nasce dal grande interesse dimostrato negli ultimi anni in tutta Europa verso il settore dei Musei Virtuali e del Digital Heritage in genere, da parte sia dei media che delle istituzioni pubbliche, ma anche e soprattutto dal pubblico.

Mummie in 3D per una mostra interattiva in Svezia

digitalizzazione di antiche mummie egizieLe mummie del Museo Medelhavsmuseet a Stoccolma saranno digitalizzate grazie ad una tecnologia che utilizza foto e scansioni a raggi X per creare modelli 3D. Tali mummie digitalizzate faranno parte di un'esposizione permanente la cui inaugurazione è prevista per la primavera del 2014.

I curatori del Museo ritengono che quest'iniziativa possa aiutare i visitatori ad acquisire una comprensione più profonda nella vita degli antichi egiziani. Il museo esplorerà sei mummie utilizzando un processo chiamato "tecnologia di cattura la realtà", in cui i modelli digitali 3D ad alta risoluzione possono essere realizzati mediante l'elaborazione di dati da foto e scansioni a raggi X.

Nuova luce sulla Gioconda di Leonardo

joconde louvreUna lampada unica e altamente innovativa è stata installata di recente davanti alla celebre Gioconda di Leonardo da Vinci nel Museo del Louvre a Parigi. Con 34 lampade LED, la lampada permette di compensare la variazione di colore dovuta al vetro di protezione e all'illuminazione ambiente. La lampada, infatti, dispiega ugualmente diversi sistemi ottici per illuminare il dipinto e lasciarla in una luce perfettamente uniforme. Un sitema di controllo innovativo che permette al Museo del Louvre di affinare il più perfettamente possibile lo spettro della lampada che è stata concepita con il preciso scopo di una fedeltà assoluta ai colori.

La nuova illuminazione della Gioconda e delle salle rosse del Museo fa impiego per la prima volta all'interno del Louvre delle soluzioni LED Toshiba e permette l'avvio all'installazione di una nuova generazione di prodotti di illuminazione. Le lampade e le soluzioni concepite da Toshiba permettono una migliore percezione dei colori delle opere. Esse eliminano ugualmente l'irraggiamento ultravioletto e infrarosso, riducendo il consumo elettronico associato all'illuminazione delle sale rosse e della Gioconda.

MAGMA, un museo per le arti in ghisa della Maremma

logo magmaSi chiamerà MAGMA il nuovo Museo dedicato alle Arti in Ghisa nella Maremma che è stato inaugurato sabato 29 giugno 2013 a Follonica (Grosseto). Gli spazi del Museo ospitano le prime fonderie Ilva, realizzate all'inizio del XIX secolo sulla costa maremmana ed abbandonate dal 1960, ora ristrutturate per dare spazio ad un nuovo museo interattivo.

Il Museo delle Arti in Ghisa nella MAremma è una scatola magica, dove muri secolari convivono con le ultime tecnologie multimediali. Un viaggio virtuale nel tempo e nello spazio alla scoperta della culla della siderurgia italiana, in uno straordinario monumento di archeologia industriale.

Realizzato con fondi europei, grazie a un Piano di sviluppo urbano sostenibile (PIUSS) della Regione Toscana, il Magma rappresenta il primo tassello del recupero del comprensorio Ilva, promosso dalla Città di Follonica.

Musei sul web, il progetto didattico di Castel di Iudica

logo madL’Istituto Comprensivo “Leonardo da Vinci” di Castel di Iudica (CT) aderisce dal 2010 al "Progetto Valutazione e Miglioramento” monitorato da MIUR/INVALS con l'iniziativa "Invito al Museo: dalla scuola al web", un percorso triennale di valutazione per il miglioramento della didattica, basato sulla valorizzazione dei Musei con le nuove tecnologie.

Il progetto, infatti, si pone l'obiettivo di far conoscere il Museo di Castel di Iudica, l’Area Archeologica del Monte Iudica e le bellezze paesaggistiche del territorio attraverso i nuovi media, in particolare attraverso il web. E' nato così il MAD, il Museo Archeologico Digitale, un sito attraverso il quale il Museo viene fatto conoscere online e dove sono raccolte tutte le attività connesse alla'ttività didattica e divulgativa. Il progetto infatti è costituito da Laboratorio didattici, incontri con esperti e uscite didattiche. "Negli scorsi due anni, attraverso audit ministeriali ad alunni, personale e famiglie ed analisi di dati di sistema, per comprendere punti di forza e di debolezza della nostra scuola, gli insegnanti sono arrivati alla definizione di un “Progetto di Miglioramento”, approvato dagli Organi Collegiali della Scuola. Nell’a.s. 2012-2013 hanno attuato questo progetto-pilota curriculare, volto alla promozione della didattica museale digitale e alla valorizzazione del territorio. Il sito è insieme prodotto finale e rendiconto sociale dell’iniziativa".

/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo