NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Sono state presentate alla stampa le nuove basi antisismiche su cui poggeranno i Bronzi di Riace, progettate e fatte realizzare dall’ENEA. Le nuove basi antisismiche sono realizzate in marmo di Carrara, ed assicurano il massimo isolamento delle statue nei confronti delle sollecitazioni dei terremoti nelle direzioni orizzontali e verticale. Per ciascuna statua è stata realizzata una base costituita da due blocchi di marmo sovrapposti; su entrambe le superfici interne dei due blocchi sono state scavate - in modo speculare - quattro calotte concave, nel mezzo delle quali sono collocate quattro sfere, anch’esse di marmo. Le calotte concave e le sfere di marmo svolgono la funzione antisismica, e la loro dimensione viene definita in fase di progettazione in rapporto al grado di protezione sismica necessaria. Tra i due blocchi sono installati anche elementi dissipativi in acciaio inox per l’isolamento sismico da oscillazioni nella direzione verticale. La realizzazione delle basi in marmo si presta come la più compatibile con il bronzo delle statue, ed i dispositivi installati richiedono una manutenzione minima.

Tre dipinti di Caravaggio, il 'Martirio di San Matteo', la 'Chiamata di San Matteo' e il 'San Matteo e l'angelo', della Cappella Contarelli in San Luigi dei Francesi, sono stati sottoposti a nuove ricerche, con tecnologie innovative di radiografia su supporto digitale, riflettografia infrarossa e analisi della fluoresecnza dei raggi X (XRF). L'Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro (ISCR), diretto da Gisella Capponi, ha provveduto alla verifica dello stato di conservazione, che si è rivelato ottimale, e alla spolveratura dei dipinti, consentendo una nuova campagna di documentazione fotografica.

Abbiamo seguito le vicende relative alle antichità egizie fin dal primo momento, dopo lo scoppio della rivoluzione; dunque, avendo ricevuto un messaggio ufficiale di Zahi Hawass, riteniamo giusto rendere diffondere il suo pensiero, visto che il ministro ha dato le dimissioni a causa dell'insostenibilità della situazione, affermando che il dipartimento non è in grado di proteggere i suoi siti archeologici.

Dal 3 al 5 novembre 2011 Torino ospita la seconda edizione di DNA Italia, il primo marketplace per la tutela e la valorizzazione del Patrimonio Culturale. Dopo i risultati positivi dell’edizione 2010, DNA Italia si ripropone come l’occasione ideale per mettere a rete finanza, imprese, progettisti, istituzioni e associazioni che lavorano per la tutela, la valorizzazione e la messa a reddito del Patrimonio Culturale.

L'architetto Fernando De Simone ha condotto un'analisi scientifica, durata circa un anno, sulla stabilità del David di Michelangelo. Il rapporto, consegnato alla Regione Toscana e al Comune di Firenze, evidenzia alcune criticità e consiglia un trasferimento della scultura che, se lasciata dove si trova ora, potrebbe subire l'effetto delle vibrazioni dei treni ad alta velocità in transito nei tunnel distanti solo 600 metri dalla sua attuale collocazione. Dalle indagini diagnostiche effettuate, è risultato che la statua presenta delle microfratture nelle caviglie e piccole crepe che potrebbero aumentare qualora il David continuasse a essere sottoposto a molteplici sollecitazioni.

itsqarhyzh-CNnlenfrdejaptrues
/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo