NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

itzh-CNenfrdejaptrues

Le biotecnologie di ENEA per i dipinti murali delle logge di Casina Farnese

enea biopulituraLa microbiologia sta assumendo un ruolo sempre più importante nel settore dei beni culturali, per lo studio del deterioramento delle opere d’arte causato da microrganismi, ma soprattutto per il biorestauro, ovvero l’impiego di microrganismi e dei loro prodotti come supporto o alternativa ai tradizionali metodi di restauro, quando essi si rivelino inefficaci o pericolosi per la salute degli operatori e per l’integrità dell’opera.

La tecnologia di Tubus System per la conservazione dei Beni Culturali

Negli interventi di restauro e recupero del patrimonio è fondamentale riuscire a trovare un equilibrio tra il ripristino o l'adeguamento e la conservazione dell’esistente cercando ove possibile di limitare o circoscrivere tutte quelle operazioni che per necessità sono invasive o distruttive soprattutto quando ci si trova ad operare in edifici caratterizzati da una importante operatività come quella del museo Bagatti Valsecchi.  

tubus palazzo danneggiatoIl contributo di Tubus System al processo di conservazione e tutela sta nell'offrire la più evoluta tecnologia di relining attualmente disponibile sul mercato, una tecnologia esclusiva ed innovativa che consente di riparare e ricostruire l'intero sistema di scarico di un edificio senza demolizioni e quindi nel totale rispetto della la struttura originaria.
È evidente quando ci si trova di fronte a impianti di scarico danneggiati un intervento con metodologie tradizionali di sostituzione delle tubazioni comporterebbe diversi disagi ed elevate complessità.tubus scalone danneggiato
Disagi per la proprietà che vedrebbe il proprio patrimonio danneggiarsi e privarsi della sua originalità e di conseguenza veder diminuire il suo valore.
Disagi per la gestione del complesso museale che dovrebbe contingentare le aree interessate dai lavori e smantellare porzioni delle sale espositive per proteggere le opere esposte.
Disagi per gli utenti, cui sarebbe inibito l'accesso in alcune sale, se non addirittura del tutto impossibilitati ad accedere al museo.
Disagi e difficoltà per le imprese che dovrebbero operare in condizioni di cantierizzazione limite e si troverebbero soprattutto ad assumere la responsabilità di possibili incidenti con l'elevato rischio di rovinare il patrimonio.

 

tubus relining build    tubus pipes 


I costi di questi interventi inoltre sono anche difficilmente determinabili a priori, così come i tempi amministrativi e di conseguenza quelli di esecuzione.
Se invece valutiamo la fattibilità di questi interventi con l'ottica di utilizzare una tecnologia non distruttiva lo scenario cambia radicalmente. Ricostruire la tubazione con il metodo di relining di Tubus System dell'interno significa:
- non danneggiare il patrimonio e preservarne l'originalità ed il valore nel tempo;
- garantire la continuità operativa del museo, la sua completa fruibilità ed il totale rispetto per le opere contenute;
- eliminare le tradizionali necessità di cantierizzazione ed annullare di fatto il grado di rischio;
- avere la sicurezza di costi e tempi precisi predeterminati.
Se in più consideriamo che con la nostra tecnologia di relining non viene prodotta alcuna maceria da smaltire e non viene rilasciata alcuna sostanza nociva per l'ambiente, risulta evidente quale sia il contributo di Tubus System sia nei confronti della conservazione del patrimonio sia nei confronti della tutela dell'ambiente”.

Estratto dal Workshop Venerdì 25 ottobre 2013 - Il restauro del Museo Bagatti Valsecchi
http://www.milanoneicantieridellarte.it/il-restauro-del-museo-bagatti-valsecchi/

www.tubussystem.com
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

tubus restructura

 

Concluso a Belgrado il Workshop Science for Cultural Heritage

 

belgrado ws2013Martedì 12 novembre si è svolto a Belgrado il Workshop "Science for Cultural Heritage" organizzato dall'Ambasciata d'Italia in collaborazione con l'Istituto Centrale per il Restauro (CIK) di Belgrado e l'Unita' tecnica locale della Cooperazione Italiana allo Sviluppo.

Concluso il progetto Memori per la protezione delle opere d’arte dagli inquinanti atmosferici

 

memori logoMemori (Measurement, Effect Assessment and Mitigation of Pollutant Impact on Movable Cultural Assets) è un progetto di ricerca coordinato dall'Istituto norvegese per la ricerca sull'aria e ha coinvolto 14 partner europei fra cui il Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale dell'Università Pisa. Il progetto si è concluso dopo tre anni di ricerche, ed è dedicato allo sviluppo di nuove tecnologie di monitoraggio per la conservazione di opere d'arte e beni culturali musealizzati e di controllo degli inquinanti atmosferici e del loro effetto di degrado.

Nuove tecnologie per la conservazione dei Beni Culturali di Matera in un progetto Unibas

matera sassiInnovare le tecniche e le metodologie per la conservazione dei Beni Culturali, per la prevenzione dei rischi alle strutture e per le attività di manutenzione del patrimonio italiano, attraverso un sistema che integra nuovi software alla ricerca sui prodotti chimici e biologici, sono i "pilastri del progetto "Innovazione di prodotto e di processo per una manutenzione, conservazione e restauro sostenibile e programmato del patrimonio culturale", presentato da alcuni Atenei, tra cui l'Università della Basilicata, e dei partner aziendali, approvato dal ministero dell'Istruzione.

CHNT
CHNT
/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo