NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

itzh-CNenfrdejaptrues

Da un Convegno ENEA una nota sull'impatto del traffico sul patrimonio culturale

coloseo-modello-vibrazioniRiceviamo dall’Enea questo comunicato stampa sull’impatto del traffico sui monumenti. Quanto derivato conferma quanto già studiato in anni passati dal Dipartimento di Idraulica, Trasporti e Strade della Facoltà di Ingegneria della Sapienza a Roma ad opera dei Laboratori di Geofisica, Geodesia e Topografia durante la realizzazione degli studi per il Progetto Colosseo realizzato negli anni ’90. Qui di seguito il comunicato:

Tecnologie per la protezione dell'Archivio Capitolare della Basilica di Sant'Ambrogio

L'Archivio Capitolare della Basilica di Sant'Ambrogio messo in sicurezzaLo scorso 3 dicembre sè stato presentata la nuova sede dell’Archivio Capitolare della Basilica di Sant’Ambrogio, la cui protezione è stata sostenuta dalla Fondazione Enzo Hruby.

L’Archivio Capitolare conserva manufatti di particolare valore come il “Messale dell’Incoronazione” di Gian Galeazzo Visconti e le lettere di Santa Chiara d’Assisi, numerose bolle papali e una molteplicità di documenti storici. La nuova sede, restaurata e dotata di avanzate tecnologie di sicurezza, garantisce la protezione e la valorizzazione del preziosissimo materiale conservato.

Nuovi sviluppi della ricerca sul rosso vermiglio

annunciazione pedralbesNello studio dei pigmenti antichi la caratterizzazione chimica e l'analisi dell'invecchiamento raggiunge ogni giorno nuovi risultati. Sono stati recentemente annunciati sul sito della rivista Scientific American le ricerche effettuate in merito al degrado rosso vermiglione, pigmento noto per il suo inscurimento. Un gruppo di ricercatori, infatti, ha proposto una nuova spiegazione sulla base di analisi ai raggi X effettuate sui pigmenti di un affresco spagnolo del Trecento.

Pollock in analisi all'Opificio delle Pietre Dure

pollock opdE' arrivato da alcuni giorni presso i laboratori di restauro  dell'Opificio delle Pietre Dure di Firenze l'opera Alchemy di Jackson Pollock. La Collezione Peggy Guggenheim di Venezia, infatti, ha dato inizio lo scorso giugno ad un progetto di studio e conservazione di dieci opere del celebre artista, realizzate tra il 1942 e il 1947, oggi appartenenti al museo veneziano.

/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo