NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

itzh-CNenfrdejaptrues

Le tecnologie Finmeccanica per la tutela di Pompei

pompei finmeccanicaE' stato recentemente presentato l'accordo tra Finmeccanica e il MiBACT con il quale si prevede la "donazione" da parte del Gruppo di tecnologie e servizi innovativi per il monitoraggio e la tutela del sito archeologico di Pompei. Attraverso le società Selex ES e Telespazio, Finmeccanica offre gratuitamente la propria esperienza tecnologica in aiuto ai soggetti preposti alla tutela e valorizzazione di uno dei siti archeologici più delicati e famosi del mondo.

ARCHEOMEDSITES: uso di modelli di gestione per i siti archeologici

archeomed-sitesLa gestione dei siti archeologici e delle aree urbane nei paesi dell'area mediterranea deve ancora essere sviluppata attraverso l'impiego di buone pratiche focalizzate sulla sostenibilità e che assicurino la valorizzazione del patrimonio storico e culturale così come la sua protezione e conservazione.

Aperte le iscrizioni a Restauratori Senza Frontiere

restauratori rsf_iscrizioniRestauratori Senza Frontiere Onlus Italia informa che a partire dal 26 marzo si aprono le richieste di iscrizione all’associazione. L’iscrizione a RSF Italia Onlus sarà utile in primo luogo al sostegno dell’Associazione che nel prossimo futuro sarà impegnata nella valorizzazione del patrimonio storico artistico.

Concluso un progetto ENEA per il turismo sostenibile e per la salvaguardia dell’habitat marino

biostuoie-eneaL'Istutto ENEA comunica che è stato recentemente portata a tremine la prima fase di GE.RI.N (Gestione Risorse Naturali), progetto finalizzato allo sviluppo di tecnologie "per favorire il turismo sostenibile, per la salvaguardia dell’habitat naturale e per il recupero eco-compatibile dei resti di Posidonia oceanica, pianta endemica del Mar Mediterraneo, che il mare deposita in grandi quantità sugli arenili". Si riporta il comunicato stampa.

SYDDARTA: Immagini 3D iperspettrali per studiare il degrado dei dipinti

syddarta-logoSYDDARTA è un progetto di ricerca dedicato alla conservazione di opere d'arte mobili finanziato dall'Unione Europea all'interno del 7th Framework Programme for Research and Technological Development e portato avanti da un consorzio composto da 11 partner provenienti da 9 differenti paesi europei coordinato dall'Industrial Association of Optics, Colour and Image (AIDO). Si riuporta la presentazione del progetto inserita nel sito web del progetto. 

/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo