Nuova versione di Pigments Checker per l’identificazione dei pigmenti

Stampa

Il laboratorio di Diagnostica CHSOS (Cultural Heritage Science Open Source) ha appena lanciato la versione 3.0 del Pigments Checker, una collezione di 58 pigmenti antichi e moderni tra i più importanti per l‘arte ed il restauro. 

I pigmenti sono scelti con cura e la loro composizione chimica è certificata da analisi con spettroscopia di Riflettanza, XRF e Raman che sono liberamente fruibili sulla pagina web del Pigments Checker.

I pigmenti sono stesi a pennello su un cartoncino di cellulosa e cotone privo di lignina, acidi e agenti sbiancanti fluorescenti. Il cartoncino è stampato con una quadrettatura di 0.2 mm su cui il colore viene steso, permettendo di valutare la trasparenza del pigmento nell’imaging infrarosso. Il Pigments Checker viene fornito insieme alla targhetta sviluppata da CHSOS per la calibrazione dell’imaging multispettrale fra 400 e 1000 nm.

pigments checker

 

pigments checker


Questo strumento permette di imparare ad identificare i pigmenti con tecniche spettroscopiche non invasive e con l’imaging multispettrale e viene utilizzato da  restauratori, scienziati della conservazione, fotografi per oggetti d’arte, archeologi e studenti di corsi di laurea in chimica e tecnologie per i Beni Culturali.

 

Guarda il video di presentazione riportato in fondo alla notizia.

 

Fonte: CHSOS

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI